MOZZO/SICUREZZA STRADALE 2012 – ::: Rete Civica del Comune di Mozzo :::


La sicurezza non è un LIMITE! A tutela della sicurezza dei cittadini l’Amministrazione Comunale ha dato il via ad una campagna di controllo del rispetto dei limiti di velocità sulle principali vie cittadine.Si rammenta che nel centro abitato,  il limite massimo di velocità è di 50 Km/h; in presenza di dossi artificiali, o in luoghi particolarmente pericolosi, il limite è ulteriormente ridotto, come da segnali stradali posti sul luogo.

SICUREZZA STRADALE 2012 - ::: Rete Civica del Comune di Mozzo :::

Il codice della strada prevede le seguenti sanzioni:

per chi supera di non oltre i 10 km/h i limiti massimi di velocità è prevista una sanzione di € 39,00 (di notte € 52,00);

per chi supera di oltre 10 km/h e di non oltre 40 km/h i limiti massini di velocità è prevista una sanzione amministrativa di € 159,00 (di notte € 212,00) e la decurtazione di 3 punti dalla patente;

per chi supera di oltre 40 km/h e di non oltre 60 km/h i limiti massini di velocità è prevista una sanzione di € 500,00 (di notte € 666,67), la decurtazione di 6 punti e la sospensione della patente da uno a tre mesi;

per chi supera di oltre 60 Km/h i limiti massimi di velocità è prevista una sanzione di € 779,00 (di notte € 1.038,67), la decurtazione di 10 punti e la sospensione della patente da 6 a 12 mesi.

Si fa presente, infine che, per i neopatentati, la decurtazione dei punti viene raddoppiata.

 

Il comandante

Commissario Rigamonti Fabrizio

viaSICUREZZA STRADALE 2012 – ::: Rete Civica del Comune di Mozzo :::.

Mozzo/Asilo: “Il Sindaco: asilo Percassi salvo senza costi aggiuntivi” letto su L ‘ Eco di Bergamo il 30 luglio 2012


Sembra risolversi per il meglio la difficile situazione che, ormai da anni, vede coinvolto l’asilo nido comunale Percassi di Mozzo. La volontà manifestata dalla cooperativa Piccoli passi – che ha in gestione la struttura – è quella di andare avanti nonostante le difficoltà economiche, e al suo fianco si schiera il nuovo sindaco Paolo Pelliccioli (Innova Mozzo): «Serviva chiarezza anche per le famiglie iscritte, siamo soddisfatti di questa decisione – spiega –. Noi garantiremo la nostra apertura a un confronto costante, supportando le attività educative dell’asilo e verificandone i progetti».

Alle dichiarazioni si accompagna anche un comunicato, nel quale Pelliccioli sottolinea l’impegno della nuova amministrazione: «Ci siamo trovati di fronte all’ulteriore richiesta di contributo, ma abbiamo ritenuto indispensabile reperire tutta la documentazione esistente prima di poter pensare a una soluzione che non gravasse sull’utenza, sul personale della cooperativa, sulla cittadinanza. La valutazione non è stata immediata per l’incompletezza della documentazione in possesso del Comune. Sono comunque emerse alcune incongruenze nei costi di gestione e negli inquadramenti del personale».

Dal canto loro, sindaco e assessori hanno avviato i primi contatti con i Comuni e gli enti limitrofi per nuove convenzioni che agevolino l’accesso dei loro cittadini (o dipendenti) assorbendo così parte delle spese». «Ci siamo resi disponibili a rimodulare congiuntamente le tariffe nell’interesse degli utenti e di chi eroga il servizio – conclude il sindaco – e sottolineiamo il prezioso lavoro svolto dalla Prefettura e dalle parti convocate per la vertenza sindacale che si è conclusa con il ritiro delle lettere di licenziamento e l’accesso alla cassa in deroga».

viaMozzo, novità sull’asilo Percassi Salvo senza costi aggiuntivi – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Mozzo- Malato, abbandonato e curato Il labrador Rocco chiede aiuto – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia


Malato, abbandonato e curato Il labrador Rocco chiede aiuto – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Una pagina in attesa di un lieto fine, nell’infinita storia dell’amicizia tra l’uomo e il cane. Il protagonista è Rocco, un labrador di sei anni, affetto da una forma di displasia bilaterale alle zampe posteriori che, assieme all’anca lussata, lo costringe alla zoppia. A spiegare la situazione è la direttrice di Fox Magazine Italia, Chiara Poli, residente a Mozzo dove ha dato provvisoriamente ospitalità a Rocco: «Mio marito Nicola e io – racconta – abbiamo già tre Labrador (due dei quali recuperati), e quando abbiamo adottato Rocco non eravamo stati informati sui suoi problemi fisici che lo rendono inadatto a vivere nella nostra casa».

Rocco non può fare le scale, non può giocare come tutti gli altri cani, ma può dare tanto affetto. Ed è un amico ideale, molto tranquillo: «Siamo disposti a dare anche un contributo economico per le sue cure, purché si trovi una situazione a lui più adatta – prosegue Chiara Poli –. Nel frattempo lo abbiamo rimesso in forma». Ora Rocco sta riprendendo il suo peso forma, è guarito dalla bronchite e cerca un padrone: «È adottabile al Nord, preferibilmente in Lombardia, con controlli pre e post ufficio. Inoltre risulta negativo alla leishmania e alla filaria, è microchippato e vaccinato. Venne abbandonato quando i proprietari si accorsero dei problemi alle zampe, è stato randagio per diverso tempo, e poi è finito in canile: ora cerca solo affetto». Chi fosse interessato, può contattare il numero di cellulare 348.8742301, scrivere all’indirizzo email: istruttore@gmail.com, o contattare in Facebook Chiara Poli.

20120729-112011.jpg

Mozzo/Acli: Prossime iniziative di grande interesse del Circolo ACLI di Mozzo – MozzoExpo2013


Prossime iniziative di grande interesse del Circolo ACLI di Mozzo.

 


“In cantiere, per la prossima primavera, abbiamo una nuova iniziativa locale dal titolo “Mozzo Expo 2013” che prevede la ricerca dei TALENTI del nostro territorio per valorizzarne le risorse e farle conoscere a tutta la popolazione. Lo scopo è allestire una mostra di prodotti o performance significativi del territorio. La mostra si terrà a fine aprile 2013. “

letto su blog Acli Mozzo