ACLI Mozzo «Molte fedi sotto lo stesso cielo» Al via i nuovi incontri con le Acli – Cultura e Spettacoli – L’Eco di Bergamo


«Molte fedi sotto lo stesso cielo» Al via i nuovi incontri con le Acli – Cultura e Spettacoli – L’Eco di Bergamo.

Al via il 20 settembre «Molte fedi sotto lo stesso cielo», ciclo di incontri promosso dalle Acli. L’obiettivo del percorso è quello di «imparare un alfabeto delle culture e delle religioni che attrezzi a vivere con responsabilità».

Mozzo – Via Carpiane, crolla parte del sentiero nel bosco.


20110830-111248.jpg

Un angolo particolare di Mozzo, tre sentieri che si congiungono, da Via Todeschini per via Sturzo o da Via Carpiane su verso il bosco fino al Monte Gussa. Un bel percorso anche per famiglie alla scoperta dei colli di Mozzo. Purtroppo a causa del maltempo un piccolo ponticello e’ crollato proprio all’ inizio del sentiero. Disagio e pericolo per le passeggiate settembrine.

20110830-111207.jpg

20110830-111216.jpg

20110830-111223.jpg

Mozzo, c’erano 13 immigrati nei due insediamenti abusivi- cronaca – L’Eco di Bergamo


Doppio blitz dei carabinieri di Curno, alle prime luci dell’alba di lunedì scorso, per lo sgombero di due accampamenti abusivi di immigrati tunisini: tre le pattuglie intervenute, prima nell’area del Tombotto e poi al casello ferroviario abbandonato di via Dorotina.
La zona del Tombotto, da mesi nota per essere rifugio e area di spaccio degli immigrati, ospitava da tempo una piccola tendopoli, in cui vivevano sei tunisini, montata in prossimità delle piscine e del parco pubblico di via Nievo. «Abbiamo trovato due tende – spiegano dalla caserma – una delle quali ospitava anche una ragazza tossicodipendente che si era unita al gruppo…..

segue sulla edizione cartacea de L’Eco di Bergamo del 31 agosto 2011

Mozzo » Utilizzo improprio di area cimiteriale – www.funerali.org


www.funerali.org » Utilizzo improprio di area cimiteriale.

Qualcuno ha scambiato il prato attorno alle cappelle funebri nel cimitero di Mozzo (Bergamo) per il giardino di casa, piantando ortaggi che hanno anche avuto il tempo di crescere e fruttificare. A segnalare il singolare caso Marco Locatelli, consigliere comunale di opposizione. “Alcune persone mi hanno segnalato la presenza di ortaggi nell’ala nuova del cimitero comunale – ha spiegato – e

20110831-084801.jpg

La storia di Giulia È morta ma ce l’ha fatta – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia


Questa è la storia di Giulia Gabrieli, 14 anni, malata di tumore. Sappiate fin da subito che Giulia ce l’ha fatta. È vero, non è guarita: è morta la sera del 19 agosto, a casa sua, nel quartiere di San Tomaso de’ Calvi, a Bergamo, proprio mentre alla Gmg di Madrid si concludeva la Via Crucis dei giovani.

viaLa storia di Giulia È morta ma ce l’ha fatta – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.