Comunicato at Persone e Valori per Mozzo


Nei mesi scorsi, a seguito di segnalazioni di genitori e di un verbale ispettivo dell’ASL, ci siamo occupati della gestione del nido comunale Percassi.

Abbiamo faticato per settimane, trovando un muro di gomma di silenzi e omissioni, senza ottenere dall’amministrazione comunale di Mozzo le informazioni e i documenti che ai nostri consiglieri spettano di diritto e per ruolo. Siamo riusciti ad ottenerli solo in seguito ad un esposto alla Procura.

viaComunicato at Persone e Valori per Mozzo.

Mozzo in lutto: il decano dei Bersaglieri non c’e’ piu’ « blog del Bersagliere


Dopo una lunga malattia stamattina alle 10 ci ha lasciato il Bers.Ceresoli Vincenzo classe 29. Con la Garibaldina sempre in prima linea nelle manifestazioni commemorative dei caduti anche se colpito gravemente dalla malattia. Non voleva mai mancare. Accompagnato dal giovane nipote era sempre presente ……..

Mozzo in lutto: il decano dei Bersaglieri non c’e’ piu’ « blog del Bersagliere.

Mozzo: «Niente è scontato nella vita Lo insegna la sedia a rotelle» – Cronaca – L’Eco di Bergamo


«Niente è scontato nella vita». Neppure una passeggiata in paese o quattro gradini saliti di corsa. Per rendersene conto basta andare sulla collina di Mozzo, al Borghetto, dove c’è l’ex «Casa degli angeli», dependance riabilitativa degli Ospedali Riuniti. Il luogo è accogliente: una palazzina immersa nel verde e nel silenzio, con alberi maestosi e il canto degli uccelli. Dentro si respira un clima da famiglia allargata. È qui che molte persone, dopo la fase acuta della malattia curata in Ospedale, vengono ricoverate per cercare di tornare alla normalità. E in molti casi per imparare ad affrontare una «seconda vita» reale, non immaginaria.

via«Niente è scontato nella vita Lo insegna la sedia a rotelle» – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

Mozzo: il gruppo del campeggio a Asti


Un pullman stipato in tutti gli ordini di posti e’ partito domenica scorsa meta Asti. Raggiunta la deliziosa cittadina, dopo una interessante visita con una cicerona apprezzata da tutti, all’ora di pranzo partenza per la campagna astigiana. Un agriturismo con annesso allevamento bovini ha fatto da cornice alla grigliata da record. Una bella avventura, meglio sicuramente della evacuazione del campeggio vissuta lo scorso agosto.

Falsi incaricati Enel, prime segnalazioni: sogno’ o realta?


Riceviamo segnalazione e pubblichiamo “… le polemiche di queste settimane sugli extracomunitari che rubano il lavoro a noi Italiani, le statistiche che dicono che ci sono mille mestieri che se non ci fossero gli extracomunitari non sapremmo come coprire mi hanno lasciata perplessa quando oggi ho visto due giovani ragazzi che suonavano i campanelli nelle vie del paese con tanto di cartellino attaccato alla maglia, con una grande cartelletta piena di fogli e con la voce sicura che diceva dopo aver suonato il campanello delle case – Siamo incaricati per conto di Enel Energia possiamo entrare?- E sin qui nulla di male, il fatto e’ che i due giovani ragazzi mori ( maschio e femmina) non avevano sicuramente lineamenti lombardi ma nemmeno Italiani. Orbene, mi sono detta, anche i venditori porta a porta i nostri figli non vogliono piu’ fare… Mi e’ rimasto il dubbio anche quando ho incontrato una vicina che ha cercato di convicermi che erano falsi incaricati. In entrambi i casi la cosa lascia perplessi. Continuo a pensare che i due giovani ragazzi dall’accento senza inflessioni straniere fossero proprio due ragazzi che non trovando lavoro girano i paesi in cerca di nuovi contratti energia. Nonostante la vicina.”

Mozzo: ore 15.30 anche da noi? Falsi incaricati, Enel precisa «Nostri addetti solo col tesserino» – il Tirreno dal 1997.it » Ricerca


LUCCA. Precisazioni di Enel circa le repliche di Gesam sul passaggio di clienti gas ad Enel Energia: «È fuorviante affermare, come fa Gesam, che “non ha senso parlare di falsi incaricati, perché tutti i soggetti in questione rappresentano Enel Energia che nelle richieste compare direttamente”».  Prima, dice Enel, occorre effettuare le opportune verifiche. In merito ai falsi incaricati, Enel Energia «si riferisce a una serie di casi opportunamente segnalati avvenuti nel corso dell’estate ai danni della stessa Enel Energia da parte di altri operatori o addirittura di truffatori che, presentandosi come incaricati Enel

viaFalsi incaricati, Enel precisa «Nostri addetti solo col tesserino» – il Tirreno dal 1997.it » Ricerca.

Mozzo, gruppo Gioco e don Davide a Bergamo tv-Venerdì si parla del gioco d’azzardo – Cultura e Spettacoli – L’Eco di Bergamo


Approfondimento, informazione, ma soprattutto la vita, quella vera, e i problemi della gente, raccontati da chi li vive sulla propria pelle. Sono questi i punti di forza di «Bergamo in diretta», programma storico di Bergamo tv che riprende venerdì la sua nuova stagione.

Torna «Bergamo in diretta» Venerdì si parla del gioco d’azzardo – Cultura e Spettacoli – L’Eco di Bergamo.

Mozzo: a Bergamo Premiati i nuovi Cavalieri della Repubblica | Bergamo | Bergamo News


Sono stati consegnati giovedì pomeriggio le onorificenze dell’Ordine “al merito della Repubblica italiana” in seguito al discorso del Prefetto Camillo Andreana in cui ha ribadito l’importanza del tricolore e del rispetto dello stesso, tricolore presentissimo nell’aula di Ulisse della Prefettura nel Palazzo del Governo di Bergamo grazie alla presenza dei sindaci che hanno accompagnato i nuovi cavalieri.

viaBergamo – Premiati i nuovi Cavalieri della Repubblica | Bergamo | Bergamo News.

Ferrovie dello Stato: Bg-Mi, controlli fuori controllo.


Riceviamo e pubblichiamo:

” ….spesso vado a Milano per motivi di lavoro. Sono costretto a passare per Milano per prendere il pendolino, in quanto la nostra politica, ben rappresentata, non e’ riuscita a trattenere la corsa quotidiana che da Bergamo passava per Brescia. Ma questo e’ un’ altro argomento. Salito sul treno incontro un finanziere in borghese e subito mi tranquillizzo pensando che le FFSS pensano alla mia sicurezza. Sereno mi metto a sfogliare le relazioni oggetto del seminario di cui saro’ relatore. All’altezza della stazione fantasma di Stezzano vedo cadere un foglietto giallo sulla poltrona davanti a me, pubblicità? No. La conferma arriva dopo pochi istanti: un uomo minuto ritorna a prendere il biglietto chiedendomi qualche centesimo. Be’ sara’ un caso, ma comprendo che sul biglietto depositato su tutte le poltrone, c’era una richiesta d’ aiuto. Padre di famiglia raccoglie questue in modo moderno. E ringrazia Dio. Un po’ come al ristorante dove ti lasciano una rosa rossa sul tavolo ma ben presto ti accorgi che non e’ un omaggio dell’ oste ma una richiesta di 10 euro. Per fortuna che l’ospite, se donna, di solito comprende che il tuo diniego non e’ un segno di mancato garbo nei suoi confronti. Passano pochi minuti e alle mie spalle si presenta una giovane donna zigana con un bellissimo bambino occhi azzurri in braccio, mi domando se suo, visto il colore dei suoi occhi. Forse pero’ potrebbe essere, in quanto gli zingari hanno origini lontane in una migrazione nei millenni di popoli dall’India verso l’ Europa. E oltre assomigliare ai santoni in riva al Gange, lo dimostrerebbe una indagine scientifica del DNA. Tende la mano per chiedere qualcosa per il suo bimbo. E due! Dico tra me. Pochi minuti dopo passa il controllore che si guarda bene di chiedere i biglietti, forse impegnato nell’inseguimento dei due. Che nel frattempo sono pero’ gia’ scesi.”

Mozzo: Liberamente: incontri per genitori con psicologi


ore 20.30 il 22 ottobre ottobre Biblioteca comunale: le domande dei bambini.

LE DOMANDE DEI BAMBINI

“Perché piove?”, “Perché il fuoco brucia?”, “Perché si muore?”, “Perché vai al lavoro?”, “Perché lui è nero?” Per dare una risposta adeguata alle centinaia di domande che i bambini fanno agli adulti occorre capirne il senso, le motivazioni profonde e non sempre scontate. A volte si tratta di pura curiosità, altre volte è una richiesta non esplicita di aiuto o la ricerca di un contatto con il genitore. Le domande, poi, si modificano a seconda dell’età del piccolo: ora più astratte, ora più tecniche, sottili o decisamente provocatorie… Questo libro conduce nel terreno insidioso dei “perché” dei bambini: svela con parole semplici la “psicologia” della domanda e suggerisce con numerosi esempi la “strategia” più adatta per trovare la risposta soddisfacente.

Incontro con la psicologa, psicanalista e psicoterapeuta Paola Santagostino rivolto a genitori ed educatori.
Venerdì 22 ottobre, ore 20.30 c/o sala civica della biblioteca di Mozzo.
Ingresso libero e gratuito.

Data Inizio: 22/10/2010
Data Fine: 22/10/2010
Tipo Attività: Incontri con autore
Destinatari: Adulti

Mozzo: Rinviato lo sciopero Atb-Teb: corse regolari – Cronaca – L’Eco di Bergamo


ATB e TEB comunicano che lo sciopero nazionale di 24 ore del settore trasporti proclamato per venerdì 22 ottobre è stato rinviato. Il servizio sulla rete ATB e sulla linea T1 Bergamo-Albino sarà quindi regolare per l’intera giornata di venerdì 22 ottobre. Tutte le informazioni sono disponibili sul sito http://www.atb.bergamo.it e http://www.teb.bergamo.it

Rinviato lo sciopero Atb-Teb: corse regolari – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

Mozzo: domenica 31 ottobre: ITALIA INSOLITA : VICENZA


domenica 31 ottobre: ITALIA INSOLITA : VICENZA
Alla scoperta dei misteri, dei segreti, delle leggende e delle curiosità della provincia di Vicenza.
La biblioteca di Mozzo organizza una visita guidata domenica 31 ottobre 2010, mattino e pomeriggio.
Teatro Olimpico di Vicenza
Villa Valmarana ai nani
La piazza degli scacchi di Marostica
Le tre piazze e il Ponte degli Alpini di Bassano del Grappa
Quota di partecipazione individuale € 38,00 che per ragioni di prenotazione dovrà essere versata all’atto delle iscrizioni che si chiuderanno improrogabilmente entro giovedì 28.10.2010, o anticipatamente se il numero dei partecipanti (28) sarà raggiunto prima di tale data.
La quota comprende viaggio in autobus, ingressi e guida turistica.
La quota non comprende il pranzo libero nel centro di Vicenza.

La lettera – “Asilo di Mozzo, basta con la caccia alle streghe” | Hinterland | Bergamo News


Pubblichiamo la lettera dei genitori dei bambini che frequentano l’asilo nido comunale Giuseppe Percassi di Mozzo. La scuola è stata oggetto di una polemica innescata da un comunicato stampa inviato capogruppo della lista civica d’opposizione “Persone e valori per Mozzo”, Marina Castellano, che muoveva pesanti critiche sull’operato degli educatori della struttura. Update.

La lettera – “Asilo di Mozzo, basta con la caccia alle streghe” | Hinterland | Bergamo News.