Tra Mozzo, Valbrembo e Ponte accampati quasi cento tunisini – Cronaca – LEco di Bergamo


Tra Mozzo, Valbrembo e Ponte accampati quasi cento tunisini – Cronaca – LEco di Bergamo.

Nei boschi e nelle case abbandonate dell’area occidentale dell’hinterland, quella per intenderci che comprende Mozzo, Valbrembo e Ponte San Pietro, ci sono ancora – secondo le stime dei carabinieri – circa 80-90 giovani tunisini accampati ormai da oltre un mese.

Immigrati tunisini irregolari: blitz dei carabinieri a Mozzo – Cronaca – L’Eco di Bergamo


Blitz dei carabinieri giovedì mattina a Mozzo per identificare gli immigrati tunisini clandestini che sono giunti in paese e che si sono accampati nei pressi del centro di accoglienza allestito per i progughi giunti in Bergamasca da Lampedusa.

I militari hanno inviato sul posto sia l’elicottero dell’Arma, che ha controllato le operazione dall’alto, che sei pauuglie. Gli immigrati irregolari sono stati identificati. Erano giunti a Mozzo e, con materassi, coperte e altro materiale di fortuna, si erano accampati nei campi che si trovano nei pressi della struttura ufficiale.

Ora i carabinieri, accertata la posizione di ognuno, dovranno decidere quali provvedimeti adottare nei confronti degli irregolari.

viaImmigrati tunisini irregolari: blitz dei carabinieri a Mozzo – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

Mozzo-Eos: Sta bene Yasmin, la bimba siriana curata a febbraio nella nostra città – Cronaca – L’Eco di Bergamo


Grazie a Manar che rientrerà il prossimo 16 luglio, verranno però inviati soldi (grazie ai fondi che abbiamo raccolto con l’associazione Eos) per il rinnovo dell’affitto della casa per almeno un anno in modo da lasciare tranquilla la famiglia.

viaSta bene Yasmin, la bimba siriana curata a febbraio nella nostra città – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

Mozzo: cipressi in fiamme Sospesi i fuochi d’artificio – Cronaca – L’Eco di Bergamo


Mozzo: cipressi in fiamme Sospesi i fuochi d’artificio – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

Ha provocato solo un grosso spavento, per fortuna senza gravi conseguenze, un incendio divampato sabato sera a Mozzo. In occasione dell’apertura della festa patronale di San Giovanni Battista, con relativa sagra che proseguirà fino al 10 luglio, per le 22,30 era in programma in paese uno spettacolo di fuochi d’artificio, che ha richiamato per la serata un pubblico numeroso.

Ore 22,45-Mozzo, grave incendio al Castello di Mozzo durante i fuochi


Dopo pochi minuti dall’inizio dei fuochi di artificio per il santo patrono di Mozzo, si e’ visto un cipresso prendere fuoco nei pressi del Castello sulla collina dalla quale partivano i fuochi : la residenza del Castello e’ un po piu’ lontana e veniva illuminata dal fuoco. Nei pressi dei cipressi invece ci sono dei caseggiati bassi piu’ a rischio. Dopo una decina di minuti sono arrivati i pompieri che hanno avuto la meglio nello spegnere lo spaventoso incendio.

Via Crocette, furto in pieno giorno. Magro bottino ma tanta paura.


segnalazione di un lettore:

In settimana una signora mentre apriva la saracinesca del suo esercizio commerciale ha subito il furto della borsa in pieno giorno  in Via Crocette. Il giorno dopo una passante ha ritrovato la borsa e l’ha riconsegnata alla legittima proprietaria risalendo alle generalita’ da alcuni documenti all’interno della stessa. Mancano all’appello alcuni documenti e 20 euro.