Mozzo/Elezioni2012 – Elezioni, dialogo Pd-Pdl? Capelli: aperti a 360 gradi – Bergamo News


Elezioni, dialogo Pd-Pdl? Capelli: aperti a 360 gradi

Prove di collaborazione tra Popolo della Libertà e Partito democratico? Non ancora in via ufficiale, ma in vista delle prossime elezioni del 6 e 7 maggio in alcuni paesi potrebbero riproporsi forme di grosse koalition. Non è una novità in piccole realtà dove le logiche di partito vengono scavalcate da rapporti personali e facce dei candidati. Anche in Bergamasca centrodestra e centrosinistra spesso accantonano le bandiere in nome del bene dell’amministrazione. Nella tornata elettorale del 2012, con il cambio ai vertici del Pdl provinciale, il dialogo tra il partito di Berlusconi e il Pd, ora insieme al governo, potrebbe infittirsi. Le premesse sono buone, perché il neo coordinatore Angelo Capelli non vuole escludere nessuno in nome del rispetto del territorio

viaElezioni, dialogo Pd-Pdl? Capelli: aperti a 360 gradi.

Mozzo/Elezioni2012: Moderati per Mozzo, scende in campo la terza lista


Cari Cittadini,
siamo scesi in campo perché abbiamo avvertito l’esigenza che, in un momento difficile come quello che stiamo vivendo, il nostro amato Paese venga amministrato da persone esperte, capaci ma soprattutto moderate; moderate nelle scelte e nel proporsi nel confronto politico. Riteniamo che Mozzo non abbia bisogno delle vecchie contrapposizioni ideologiche di sinistra e di destra ma bensì del dialogo e del buonsenso che portano inevitabilmente a fare le scelte più vantaggiose per la comunità. Riteniamo che l’amministrazione non debba governare erigendo muri e barricate ma che debba farsi carico delle istanze e delle spinte della collettività.
Altresì è necessario che un’amministrazione abbia la capacità e la forza di prendere le decisioni necessarie; noi abbiamo già dimostrato che siamo stati in grado di farlo. Dubitiamo fortemente che le compagini a cui ci contrapponiamo siano in grado di fare altrettanto vuoi per inesperienza…

Continua a leggere

Mozzo/Arte – Mostra: gli omuncoli di Cuomo alla galleria marelia di Bergamo- Bergamo News


L’italiano è una lingua straordinaria. Tra gli “ominidi” preistorici e gli “umanoidi” cibernetici c’è spazio per tutta una costellazione di “omini”, “omarini”, “ometti”, “omoni”, “omacci”, “omuncoli”, una multiforme umanità resa possibile dagli accrescitivi, dispregiativi, diminutivi, vezzeggiativi che arricchiscono il nostro vocabolario e insieme la nostra fantasia.

Occorre armarsi dell’intero bagaglio lessicale e immaginifico per entrare in questi giorni alla Galleria Marelia a Bergamo (via Guglielmo d’Alzano 2B) tra le enigmatiche silhouette antropomorfe realizzate interamente in bianconero da Gianni Cuomo.

viaMostra: gli omuncoli di Cuomo alla galleria marelia di Bergamo.

Mozzo: una “specialità sportiva” inconsueta e pericolosa. Un genitore ci scrive.


Un genitore ci ha trasmesso alcune immagini riprese al monumento dei Caduti accompagnate da questo scritto:

” spettabile blog, mi rivolgo a voi per una segnalazione. Tutti i giorni mi reco a scuola per prendere mia figlia. Assisto tutti i giorni ad uno spettacolo pericoloso e irrispettoso al monumento dei caduti. Bambini di tutte le età e sesso che si dilettano, prendendo la rincorsa, a salire sul retro del monumento: vince chi sale più in alto. La mia segnalazione non vuole essere ne una censura verso chi non fa i controlli ne una condanna verso i bambini. Il mio e’ solo un invito a chi di dovere: genitori, scuola e istituzioni. E’ un gioco pericoloso e non si può guardare da un altra parte: “tanto non e’ il mio…” (sei sicuro che quando tu non ci sei…?). Il monumento rappresenta anche mio nonno che e’ stato mandato al fronte: tutte le volte che qualcuno lo oltraggia e’ come se il sacrificio di molti fosse calpestato. Non sono per la repressione, ritengo che se i genitori e la scuola spiegassero queste cose, i bambini capirebbero. Non servono grate o recinzioni. Io non mi volto dall’altra parte. E questa volta ho scritto”

20120229-145831.jpg