Mozzo: segnala ai Carabinieri auto o persone sospette nella tua via. Diffondere la notizia, poi, può allertare i tuoi vicini ed evitare altri eventi delittuosi. ALERT DALLE 18 ALLE 20


20121113-091620.jpg

1 – chiama subito i Carabinieri (non prendete iniziative autonome!) al 112 oppure 035 614670 o invia una e-mail: stbg1281d0@carabinieri.it (stazione CC Curno)

2 – inoltre, se vuoi, segnala via mail qui o invia SMS qui (per allertare tempestivamente i concittadini di “presenze estranee” nella tua zona): creeremo un post ;; ALERT WEB ;; (anonimo) per avvisare tutti, indicando la zona segnalata.

Mozzo/Sicurezza – Alert il vicino vigila!- Ponte San Pietro – Ladri scoperti a rubare a Sorisole Inseguiti, si schiantano a Ponte S. Pietro – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia | letto su Comitato Cittadini Sicurezza Mozzo


20130228-152545.jpg

Alert il vicino vigila!- Ponte San Pietro – Ladri scoperti a rubare a Sorisole Inseguiti, si schiantano a Ponte S. Pietro – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia | Ponte San Pietro News | Comitato Cittadini Sicurezza Mozzo.

A dare l’allarme un vicino di casa che ha allertato le forze dell’ordine e dato così via a un inseguimento a tutta velocità per le strade della provincia bergamasca. La vicenda risale alla serata di mercoledì 27 febbraio: a Sorisole l’uomo si è accorto di strani movimenti in una casa della sua via, notando in particolare la presenza di una Bmw Serie 1 di colore bianco uscire dall’abitazione con a bordo due persone sospette.

Alert: attenzione al fai da te! Cerca di fermare i ladri col piccone ma il 75enne viene preso a sprangate – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia | Comitato Cittadini Sicurezza Mozzo.

Mozzo: segnala ai Carabinieri auto o persone sospette nella tua via. Diffondere la notizia, poi, può allertare i tuoi vicini ed evitare altri eventi delittuosi. ALERT DALLE 18 ALLE 20<<<>>>>


20121113-091620.jpg

1 – chiama subito i Carabinieri (non prendete iniziative autonome!) al 112 oppure 035 614670 o invia una e-mail: stbg1281d0@carabinieri.it (stazione CC Curno)

2 – inoltre, se vuoi, segnala via mail qui o invia SMS qui (per allertare tempestivamente i concittadini di “presenze estranee” nella tua zona): creeremo un post ;; ALERT WEB ;; (anonimo) per avvisare tutti, indicando la zona segnalata.

Mozzo/Asilo Nido – Furto con spuntino all’asilo nido – letto su Corriere Bergamo


Già gli scorsi mesi i miei genitori erano stati derubati – spiega la Ferrari – e come loro tantissime altre famiglie qui a Mozzo”. Su consiglio dei carabinieri di Bergamo, comunque, l’asilo ha accolto i bambini anche questa mattina, sistemati provvisoriamente in un salone all’interno della struttura. “Abbiamo cercato di mitigare il nostro spavento e la gravità della situazione. Il nostro asilo è immerso nel verde del vigneto e questo isolamento, la notte, si è rivelato fatale. Speriamo che l’assicurazione copra tutti i danni subiti”. La certezza è che i fatti si sono verificati dopo la mezzanotte, dato che, proprio ieri sera, si è svolta una riunione con i genitori terminata attorno alle 23.30 – ora in cui Monica Ferrari aveva lasciato l’asilo dopo essersi accertata che ogni accesso fosse appunto ben chiuso. “Più controlliamo e più ci accorgiamo che manca roba – conclude – mi auguro che almeno non abbiamo utilizzato anche il telefono per fare chiamate, aggiungendo ulteriori costi e danni ad una notte da incubo”.

viaFurto con spuntino all’asilo nido – Corriere Bergamo.

Mozzo/Asilo Nido – Asilo nido di Mozzo: oltre al furto i ladri fanno merenda – letto su Bergamo News


20130227-151652.jpg

20130227-151647.jpg

Asilo nido di Mozzo: oltre al furto i ladri fanno merenda.

Furto con spuntino all’asilo nido Percassi di Mozzo, vittima di razzie e vandalismo da parte di ignoti, che hanno fatto man bassa all’interno della struttura indisturbati. È questo quanto successo nella notte tra martedì 26 e mercoledì 27 febbraio all’interno della struttura che si trova in località Borghetto. “Siamo preoccupati – spiega la direttrice Monica Ferrari – oltre per gli ingenti danni anche per una paradossale mancanza di sicurezza”.

Mozzo: “In Fuga dall’Italia per aiutare i bambini africani” – Corriere Bergamo


Si arriva così al presente, e alla missione in Sudan che Emergency avviò già nel 2004. “Qui il personale internazionale è ridotto rispetto agli altri progetti, siamo solo in quattro, due infermieri, un pediatra e un logista. Il lavoro è lo stesso che in Sierra Leone: vediamo una sessantina di bambini tutti i giorni in pronto soccorso e il reparto è discretamente affollato”. Rispetto alla Sierra Leone il dramma della malaria è assai più ridotto, ma compensato dalla malnutrizione dovuta alla grande povertà, che non dà tregua ad una popolazione ormai stremata, alla ricerca di speranza per continuare a vivere. “L’attività si articola lungo tutto l’arco della giornata, non ci sono orari. Raccontata così può sembrare una vita dura, ma Emergency è soprattutto l’unione di tante persone –conclude Filippo- che credono nell’eguaglianza di tutti gli esseri umani e si adoperano per costruire un mondo di pace”.

viaIn Fuga dall’Italia per aiutare i bambini africani – Corriere Bergamo.

Mozzo: “Il sindaco si improvvisa spazzaneve” – Corriere Bergamo


Fatti, non parole. Ha pensato questo il sindaco di Mozzo, Paolo Pelliccioli, che dopo la nevicata dei giorni scorsi ha pensato bene di armarsi di una pala e mettersi a spalare la neve fuori dai seggi della scuola primaria di via Piatti. Con un cappello e cappotto grigio, il primo cittadino mozzese si è messo in prima persona a spalare la piazza di fronte al Comune e le strade che portano alle scuole dove si votava. Quei pochi che hanno riconosciuto Pellicioli non hanno esitato a fargli i complimenti per l’impegno.

viaIl sindaco si improvvisa spazzaneve – Corriere Bergamo.

Mozzo/Tennis: 12° CAMPIONATO PROVINCIALE CSI 19° GIORNATA


12° CAMPIONATO PROVINCIALE CSI

19° GIORNATA

Risultati

Orlandi – Bonomo 10/3

Capelli – Marcetta 7/6

Marca – Ghilardi 12/1

Cantù – Pesenti 11/3

Cantù – Facchinetti 11/4

COMMENTO

19° giornata all’insegna della neve e del grande tennis CSI, fatemelo dire!

Vittoria di alta classifica per Cantù, doppietta agevole contro i due bravissimi esordienti Facchinetti e Pesenti; Orlandi facile sul regolare Bonomo e Capelli che invece ha lottato fino all’ultima palla contro la “mina vagante” Marcetta.

Nell’ultimo incontro Marca dispone agevolmente di un migliorato Ghilardi nella solidità dello scambio. Come vedete tutti migliorano nel CSI…

Schermata 2013-02-26 alle 17.56.35

19a giornata-1

Mozzo/Emergency – Filippo, da Mozzo al Sudan: Infermiere di Emergency per curare i bambini letto su Bergamo News


Filippo, da Mozzo al Sudan: Infermiere di Emergency per curare i bambini

Lasciare la società civile e trasferirsi in Sudan per curare i bambini africani. E’ la missione di Filippo Gatti, 35 anni, originario di Mozzo, che opera come infermiere nell’ambito delle missioni umanitarie di Emergency. “Lavoro come infermiere nei paesi in via di sviluppo –racconta Filippo-. Ma ancora mi è difficile rispondere alle persone che mi chiedono il perché di questa scelta di vita”. Per comprendere tutto questo bisogna partire dall’inizio, dal desiderio che ha spinto Gatti a guadagnarsi il titolo di infermiere prima, e di specializzazione in medicina tropicale, salute internazionale e disaster management dopo. “Alla base c’era la volontà di essere utile alle persone che soffrono, e ho scelto di vivere con l’illusione di essere utile al prossimo grazie alle mie conoscenze, con le mie mani mosse dalla testa, con le mie parole quando testa e mani non hanno più nessun potere sulla malattia”.

viaFilippo, da Mozzo al Sudan: Infermiere di Emergency per curare i bambini.

Mozzo/Comune: INFORMATI del 25 febbraio 2013


BANDO DI ASSEGNAZIONE VIGNETO
Giovedì 28 febbraio 2013 alle 14.30 è stata convocata la commissione che dovrà valutare le offerte pervenute per il bando di assegnazione del vigneto “masnada” per i prossimi 20 anni.
La fase di ammissione dei concorrenti e delle relative offerte è pubblica; la valutazione successiva inerente al progetto di gestione e all’offerta economica, con la formazione della graduatoria verrà espletata dalla commissione giudicante a porte chiuse

ASSOCIAZIONI E GRUPPI DI MOZZO
L’Amministrazione Comunale sta effettuando un censimento delle associazioni e gruppi presenti sul territorio: è stato inviato a ciascuna un modulo da compilare con i dati, i riferimenti e l’attività che svolgono. Qualora qualche associazione o gruppo non abbia ricevuto il modulo può ottenerlo contattando l’ufficio Servizi Sociali che provvederà a consegnalo/inviarlo.

FONDO CRESCO – REGIONE LOMBARDIA
Il Fondo Cresco è un aiuto economico della Regione Lombardia per le neomamme in condizione di povertà.
Si tratta di un contributo di 75 euro mensili (900 euro all’anno) per acquisto esclusivamente di beni alimentari.
Il contributo viene erogato alle neomamme con bambino di età inferiore a 12 mesi di vita e nato a partire dall’1 gennaio 2013.
La neomamma al momento della richiesta del contributo deve essere:
1. residente in Lombardia da almeno un anno;
2. versare in condizione di disagio economico (ISEE uguale o inferiore a € 7700/annuo);
3. non essere già beneficiaria del Fondo Nasko per lo stesso bambino.
La richiesta di contributo va presentata ai consultori pubblici e privati accreditati entro 2 mesi dalla nascita del bambino.

TUTTA MIA LA CITTA(DINANZA)
Promosso dal circolo ACLI di Mozzo: il secondo incontro si terrà GIOVEDÌ 28 FEBBRAIO presso l’Auditorium della scuola media.
3° incontro: ITALIA, REPUBBLICA FONDATA SUL VOLONTARIATO
Un viaggio nel sistema del welfare italiano dopo le ultime leggi
La crescente sussidiarietà di cooperative ed altri enti di volontariato: l’importanza, l’irrinunciabilità e i limiti di questo sistema, anche a Mozzo. Intervengono: Micaela Barni (presidente cooperativa sociale Il varco), Giuseppe Bugada (educatore presso coop. sociale Incammino). Modera: Luigi Mazzano. Inizio ore 20.30. Ingresso libero e gratuito

OBBLIGO SGOMBERO NEVE E GHIACCIO DAI MARCIAPIEDI
si rammenta che l’articolo 27 del regolamento di polizia urbana del Comune di Mozzo, testualmente, prevede che:
“I proprietari e conduttori di case hanno l’obbligo solidale di provvedere allo sgombero della neve dai marciapiedi prospicienti i relativi fabbricati non appena sia cessato di nevicare e di rompere e coprire con materiale adatto antisdrucciolevole il ghiaccio che vi si formi evitando di gettarvi e spandervi sopra acqua che possa congelarsi. E’ vietato lo scarico sul suolo pubblico della neve dei cortili. Solamente nei casi di assoluta urgenza e necessità verificata e accertata e sotto prescritte cautele, potrà essere autorizzato il getto della neve dai tetti, dai terrazzi e dai balconi sulle piazze. Gli obblighi di cui sopra incombono altresì in via solidale ai proprietari di negozi, di esercizi, di bar e simili esistenti al piano terreno”.
Trattandosi di norme destinate a migliorare la sicurezza e la qualità della vita, specie per le persone più deboli ed esposte a rischi, si confida in un loro puntuale ed adeguato rispetto!

Mozzo/Sindaco – Fatti, non parole, e a spazzare la neve ci pensa il sindaco – letto su Bergamo News


Fatti, non parole, e a spazzare la neve ci pensa il sindaco.

In pochi lo hanno riconosciuto imbacuccato nel suo cappotto e con in mano la pala. Paolo Pelliccioli, il sindaco di Mozzo, dopo la neve caduta nei giorni scorsi ha pensato bene di armarsi di una pala e mettersi a spalare la neve fuori dai seggi della scuola primaria di via Piatti.

Con un cappello e cappotto grigio, il primo cittadino mozzese si è messo in prima persona a spalare la piazza di fronte al Comune e le strade che portano alle scuole dove si votava. Quei pochi che hanno riconosciuto Pellicioli non hanno esitato a fargli i complimenti per l’impegno.