Mozzo/Volley: Finali regionali Under18 Buona la seconda !


Il ritrovarsi insieme è un inizio, il restare insieme è un progresso ma… è quando si riesce a lavorare insieme che tutto diventa un successo. (cit. Henry Ford Ubi)

Il segreto di come si vince un match incredibile come quello di ieri sera nel fortino di via Orobie sta tutto qui.
Fare la cronaca di questa partita, dopo averla vissuta stando al tavolo del refertista è un po’ più complicato perché per un’ora e mezza le emozioni devono stare rinchiuse dentro il ruolo che hai; solo più tardi, a freddo, … le gusti a poco a poco ed è un piacere indescrivibile… descriverle.
Siamo al secondo turno della fase regionale Under18 e arriva a Mozzo una delle migliori squadre della provincia di Varese, quel Pro Patria Volley Castellanza che si dice essere la succursale e bacino di talenti della quotata UYBA Volley Busto Arsizio e allora si respira l’aria frizzante e adrenalinica delle partite che contano.
Vincere stasera per le Rosse di Debora INCOLI vuol dire sognare l’impresa, quella di potersi giocare la vittoria del girone il prossimo 10 aprile contro la corazzata Busnago, prima classificata nella fase provinciale di Monza-Brianza. Ci sono tutti gli stimoli per fare bene ma c’è anche la tensione giusta data dal fatto di potersi misurare con il top volley della regione.
Il primo set mette in chiaro che stasera in terra bergamasca è arrivata una signora squadra. Le Rosse, contratte, vanno subito sotto, 5-1, e faticano a rintuzzare gli attacchi sulle bande ma soprattutto al centro delle ottime varesine. Ci si avvicina ma poi la migliore qualità tecnica e fisica (per ora) delle avversarie non consente alle mozzesi di esprimere il proprio gioco e Pro Patria vince il primo 25-18… agevolmente. D’istinto verrebbe da dire “The quaglia has gone”. Niente da dire, sono toste. Ma la palla a spicchi giallo-blu è tonda, ci sono almeno altri due set e chissà…
Debora INCOLI, supportata da Marco CHIAPPA, chiama a raccolta le Rosse, tiene alta la tensione, aggiusta qualche aspetto tecnico ma soprattutto incute fiducia alle sue creature: è tutto quello che serve che faccia in questo momento delicato un buon allenatore e Debora lo fa. “Dentro decise, senza paura e facciamo vedere chi siamo”.
Il secondo set parte in maniera più equilibrata, le Rosse sono in partita e senza stare a raccontare dei singoli parziali si arriva appaiate fino al 19-19. Ora o mai più. Le ragazze del SiAmoVolley MOZZO scatenano la loro forza sui muri avversari mentre #1Marina in difesa dirige e regge l’urto dei contrattacchi varesini. Viene fugato ogni dubbio, le Rosse sono tornate, 25-21 e set in cascina (1-1). Ora possiamo dire: “The quaglia has not yet gone”
Le Debora’s Girls si gasano e nel terzo set ripartono con la stessa verve, come se non ci fosse stato il cambio campo. Allungano subito e il gap importante incamerato ad inizio parziale viene gestito fino alla fine di un set… senza storia (25-18). Grandi !!!
L’allenatore avversario è visibilmente alterato e trascina nella sua crisi isterica sia le proprie ragazze che il pubblico varesino al seguito. E come sempre in questi casi l’obiettivo diventa il malcapitato arbitro, platealmente accusato di partigianeria e di incapacità. Risultato: giallo all’allenatore e nervosismo a mille. E il tutto fa il gioco delle Rosse bergamasche.
Via con il quarto set, o la va o la spacca. Si gioca punto a punto, si mura di qua e si mura di là mentre i due attacchi sprigionano le ultime energie rimaste. Non si può che giungere così fino al 21-21. E adesso vediamo chi ha gli occhi della tigre. Mentre Debora INCOLI durante il suo ultimo time-out trasmette la sua energia alle sue ragazze, dall’altra parte il coach varesino continua la sua personalissima lotta con l’arbitro e ora anche con il pubblico mozzese. Un clamoroso errore che si riverbera sulle atlete. Break Mozzo, 23-21. E’ fatta? Neanche per sogno perché comunque, come si diceva in premessa, le varesine sono toste e si portano sul 23-23. Potrebbe crollare tutto ma le Rosse, guidate nel finale in regia da #3crazyBenna, piazzano un uno-due “mortale”. 25-23 per SiAmoVolley MOZZO, 3-1 finale e… mercoledì 10 aprile tutti a Busnago!

Se vuoi qualcosa che non hai mai avuto, devi fare qualcosa che non hai mai fatto (cit. Thomas Jefferson)

One spirit, One team, One win.