Mozzo/Volley: SiAmoVolley MOZZO UNDER18 : bicchiere mezzo pieno … al torneo di Rovereto


SiAmoVolley MOZZO UNDER18 : bicchiere mezzo pieno … al torneo di Rovereto

Eccoci alla terza e ultima giornata del torneo, forse la più difficile, quella del post delusione per il mancato accesso alla semifinale (e magari finale).
Ore 6:30 sveglia, ore 6:45 colazione, ore 7:15 partenza per la palestra, ore 7:30 inizio riscaldamento e ore 8:30 inizio partita: è dura, in tutti i sensi.
C’è un obiettivo minimo da raggiungere, bissare il quinto posto dello scorso anno e per questo bisogna vincere le prossime due partite.
Primo avversario il Visette Volley Milano e sulla carta non ci dovrebbe essere storia. Ma le nebbie della delusione che avvolgono la mente delle Rosse le portano a regalare il primo set alle milanesi (25-23). Le ragazze di DEBORA INCOLI non ci sono proprio e qui inizia il grande lavoro dell’allenatrice milanese. Raccatta i cocci delle Rosse e rimette in piedi una squadra che già deve fare i conti con gli infortuni di Marina Caldara e Irene Asnaghi.
Il secondo set è stentato nel gioco quanto il primo ma si rivede un po’ della cattiveria sportiva che caratterizza il SiAmoVolley MOZZO nei momenti migliori e questo basta per riprendere in mano la partita e vincere il secondo set (25-22).
Il peggio sembra passato ma le milanesi, che non hanno nulla da perdere, giocano ogni punto del terzo set con il coltello tra i denti e arrivano ad un passo dall’impresa (24-22). Sembra tutto finito per le Rosse, sembra. A questo punto torna in gioco l’orgoglio: due buoni servizi e un murone doc chiudono la partita (26-24).
Pericolo scampato, sorriso ritrovato e le Debora’s Girls volano, all’ora di pranzo, a giocarsi il quinto posto: avversario di turno le venete del Volley Codognè Treviso.
Le blu venete, già incontrate e battute nettamente nella prima fase, non possono e non devono essere un problema per le Rosse: pronti via e le mozzesi impongono il loro gioco e mettono un rassicurante gap tra sé e le avversarie così che il primo set si chiude agevolmente sul 25-19. Coach DEBORA INCOLI attua un po’ di cambiamenti con l’innesto delle esordienti Maiorana e Arzuffi che danno il loro valido apporto in un secondo set senza storia e dominato fino alla chiusura sul quel 25-18 che vuol dire quinto posto. Obiettivo minimo centrato.
Il rammarico per quello che poteva (e doveva) essere lascia il posto ai sorrisi delle Rosse e agli applausi dei supporters veri che per tre giorni non hanno mai fatto mancare il loro incitamento.
Ora tutti al palazzetto di Rovereto per la finale, lì dove dovevamo essere e dove saremo il prossimo anno.
Per la cronaca il torneo è stato vinto dalla selezione della Versilia targata Lucca, sì proprio lo squadrone che ha estromesso le Rosse dalle finali. Sportivamente… chapeau.