Mozzo/Volley Under18 Regionale: SiAmoVolley MOZZO vs Paviceramica Crema Volley. “Ad un punto dall’impresa…”


Under18 Regionale: SiAmoVolley MOZZO vs Paviceramica Crema Volley

Ad un punto dall’impresa…

Nel vivo della prima fase a gironi del campionato regionale Under18 arriva a Mozzo la plurititolata formazione del Crema Volley, da tre anni vincitrice del titolo provinciale cremonese di categoria e attualmente in zona play off nel campionato regionale di serie C. Questa sera, per porre le basi del superamento del girone, alle ragazze di LucaRovaris&DeboraIncoliserve la cosiddetta “impresa”.

Dopo la breve pausa pasquale le Rosse si presentano cariche e concentrare per ribattere punto su punto alle più quotate e fisicamente dotate ragazze provenienti dal cuore della Pianura Padana.

Pronti via e le Rosse mostrano di essere in serata andando a contrastare punto su punto le giocate veloci e potenti delle avversarie cremasche. L’equilibrio del set si rompe solo sul 18-18 quando le bianche di Crema operano il break decisivo che le porta a chiudere il set 25-18.

Lo pensano tutti in tribuna… sarà dura stasera.

Il secondo set per le mozzesi parte male (1-5) ma a metà set le Luca’s Girls riagguantano Crema e operano il sorpasso che le porta ad aggiudicarsi il set 25-23. Ora si gioca davvero bene con alternanza di soluzioni in attacco e buona copertura in ricezione. Le Rosse ci sono ed è chiaro che vogliono “l’impresa”.

Il terzo set ricalca l’andamento dei primi due con l’equilibrio di gioco e punteggio che si rompe, a favore delle bianche cremasche, solo sul 20-20 quando un break di tre punti consente alle avversarie delle Rosse di chiudere il terzo parziale sul 25-22.

Non c’è alternativa, il quarto set è da vincere e le ragazze del SiAmoVolley MOZZO partono decise a giocarsi il tutto per tutto. Continua a prevalere un netto equilibrio, punto sopra-punto sotto, tant’è che si arriva a 23-23. E’ qui che le Rosse compiono il capolavoro sfoderando una tenuta fisica e mentale e una saldezza di nervi su cui invece inciampano le avversarie e il loro staff tecnico: su un punto contestato platealmente le cremasche perdono la concentrazione, le Rosse ne approfittano e volano a conquistare il set. 27-25 e si va al tie-break.

Il pubblico rosso è in delirio mentre la nutrita tifoseria arrivata dalla bassa continua maleducatamente ad inveire contro il malcapitato arbitro. Ci temono!

Il quinto e decisivo set è lì, tutto da giocare e le mozzesi non vogliono farsi sfuggire l’occasione.

Tremano un po’ le gambe, le quasi due ore di partita si fanno sentire e la partenza non è delle migliori (1-5, 3-8); coach Rovaris capisce la difficoltà delle sue ragazze e chiama il time out. Piccola reazione rossa ma sul 10-4 in favore delle cremasche sembra a tutti che…l’è ‘ndacia la quaia. E invece no!

Le Rosse tornano sotto e mettono in apprensione le sbalordite avversarie in bianco. Ora la tecnica ha lasciato il posto all’agonismo puro e all’adrenalina più viscerale: si va sul 14-14 e il recupero delle Rosse è realtà. Il successivo punto delle mozzesi manda in delirio la torcida rossa e tutta la panchina del SiAmoVolley MOZZO. E’ match ball.

Le cremasche sembrano alle corde ma aggrappate alla disperazione e alla loro giocatrice di maggior talento(#12) si riportano in parità e rivedono la luce.

Si arriva al 16 pari e il 17esimo punto sarà quello decisivo: attacco di #11RebeccaGargantini, muro delle teutoniche cremasche, palla che s’impenna e assume la traiettoria della cometa di Halley, scavalca tutta la difesa mozzese e va a cadere proprio sulla linea di fondo campo. Punto Crema, disperazione MOZZO.

Ora sono le ragazze della pianura ad avere il mach ball che… non falliscono. 18-16 e vittoria per 3-2 di Paviceramiche Crema su SiAmoVolley MOZZO.

Lasciamo all’immaginazione di chi legge interpretare la gioia delle bianche e la disperazione totale delle Rosse di Luca Rovaris e Debora Incoli.

C’è ancora una partita, martedì 10 a Milano contro la corazzata Pro Patria e nulla è perduto: come dice#BarbaraMammadiLuis in tribuna… la palla è rotonda, non tutto è perduto, crediamoci.

Grande partita, grazie Rosse.

OneTeam, OneSpirit, OneWin !!!