Mozzo/Volley: Serie D regionale – Polisportiva Curno 2010 Volley vs SiAmoVolley Mozzo : THE DERBY


Serie D regionale – Polisportiva Curno 2010 Volley vs SiAmoVolley Mozzo : THE DERBY

Correva il lontano 8 settembre 1927 quando, nella tenuta reale di San Rossore, l’allora re Vittorio Emanuele III e tal Mussolini, sottoscrissero il regio decreto n°1745 che, munito del sigillo dello Stato e inserito nella raccolta ufficiale delle leggi del Regno d’Italia, sanciva l’unione tra i comuni di Mozzo e Curno (più il quartiere Dorotina) da cui nacque… CURDOMO.

Seguirono 20 anni, anni che la storia ci restituisce come tra i più bui del secolo scorso e caratterizzati da avvenimenti tragici ancora oggi impressi nella memoria, fino ad arrivare al 20 agosto 1947, giorno della sottoscrizione del decreto n°1903 che, promulgato dal capo provvisorio dello Stato … rimesse le cose al loro posto. Curno di la e Mozzo (con Dorotina) di qua.

E da allora fu di nuovo… derby.

L’origine del termine derby è da rintracciarsi nella corsa equestre inglese chiamata The Derby, ideata da Edward Stanley, dodicesimo conte di Derby, il 4 maggio 1780 all’ippodromo di Epsom.

Da queste parti, storicamente, è la sfida tra squadre concittadine o comunque confinanti.

Pallavolisticamente parlando però, a questi livelli e negli ultimi dieci anni, la sfida di questa sera, a colpi di palla a strisce giallo-blu, è una novità.

Dall’altra parte della statale Briantea hanno costruito una squadra, Curno 2010 Volley, che punta a fare il salto in serie C e che, bisogna ammetterlo, sta mantenendo fede ai propositi, tant’è che guida abbastanza in scioltezza e senza sconfitte il girone regionale di serie D.

Qui sotto il monte Gussa invece le ambizioni sono altre e l’obbiettivo è… crescere.

E’ la grande scommessa su cui punta per il futuro il sodalizio SiAmoVolley. La dirigenza e lo staff tecnico vogliono ambiziosamente creare un gruppo competitivo, partendo da giovani ragazze che non superano i 18 anni; la vittoria della scommessa si sta materializzando, giornata dopo giornata,con le imprese delle Rosse del SiAmoVolley Mozzo.

Partite per fare esperienza e salvarsi prima possibile, ecco le Debora’s Girls pronte a giocarsi il derby con “chèle de Cüren” dall’alto della loro meritata quinta piazza della classifica: signore e signori… a voi il match clou della prima giornata del girone di ritorno.

Ore 20:15… si parte e le mozzesi, “irriverenti” e concentrate, schizzano avanti sul 6-2. I due punti successivi sono delle curnesi e coach Debora chiama il time out. Sorpresa sulla panchina avversaria e sugli spalti gremiti. Evidentemente a noi profani sfugge la necessità di mettere subito apposto alcune cose ma all’INCOLI … no.

Ed infatti, sebbene le Rosse abbiano di fronte la prima della classe, ad andare in difficoltà sono proprio le rosse di Curno: con la nostra #7Malvestiti al servizio vanno sotto 12-15 e chiamano il loro primo time out. Non cambia nulla per ora perché il servizio continua ad essere incisivo e ci si fionda prima sul 19-14 e poi al 21-18. Ma nel momento cruciale ecco materializzarsi il cosiddetto “braccino corto” di stampo tennistico che costa il sorpasso che porta il Curno sul 22-21. Reazione delle Rosse mozzesi che raggiungono la capolista sul 23-23 ma l’esperienza delle più datate avversarie chiude il set 25-23 per Curno.

Si va al secondo set che inizia anch’esso sotto i migliori auspici con le ragazze del Mozzo che, sempre avanti, vanno sul 10-6 e obbligano il coach curnese a chiamare il time out. Il trend non cambia con Mozzo sempre avanti fino al 16-14. Ora la capolista, come ogni capolista che si rispetti, reagisce e agguanta il pari (16-16). Inizia la serie dei sorpassi e dei contro sorpassi con cui si giunge al 22-22. Stavolta sono le Reds di Mozzo a giocare l’affondo decisivo che le porta a conquistare meritatamente il secondo set 25-22.

Delirio della torcida rossa !!

La vittoria nel set toglie alle ragazze di Debora gli ultimi residui di timore reverenziale; la partita si gioca alla pari fino al 16-16. Purtroppo qualche passaggio a vuoto al servizio, qualche soluzione d’attacco imprecisa e un leggero calo di concentrazione permette alle rosse, quelle di Curno, di allungare fino al 22-17; viene chiamato il secondo time out da Mozzo ma l’inerzia del set non cambia e le curnesi lo chiudono senza troppi patemi sul 25-18.

Il rischio adesso è di assistere al crollo, più mentale che altro, delle giovani mozzesi. Assolutamente no. Infatti anche questo set parte con le nostre ragazze “cattive” e decise a ribattere colpo su colpo alle più quotate avversarie al punto che arriva il primo break importante per le Rosse (12-9). Le ragazze del Curno si aggrappano all’esperienza, recuperano e sorpassano sul 13-12. Time out Mozzo e la partita torna a giocarsi punto a punto fino al 19-19. Nuovo allungo di Curno (22-20) con coach Debora che si gioca il time out della disperazione; non cambiano però le sorti del set che si chiude sul 25-21 per Curno e con esso la partita (3-1).

Il risultato finale di 3-1 solitamente descrive partite vinte abbastanza facilmente. Niente di tutto ciò. Questa sera, seppur sconfitte, le ragazze del SiAmoVolley MOZZO hanno dimostrato che il gap con la capolista Curno sta soprattutto nell’esperienza che le più mature avversarie possono giocarsi nei momenti topici della gara. Il gioco messo in mostra dalle mozzesi è apparso per lunghi tratti di pari livello, sia in attacco che nella fase difensiva e i parziali lo stanno a dimostrare.

Lo staff tecnico mozzese può essere soddisfatto, soprattutto in prospettiva, e il numeroso pubblico che ha varcato la statale Briantea… pure.