Mozzo/Basket : Esercito di 3 mila ragazzi tesserati. «Ma i club devono unire le forze» letto su Corriere della Sera


Canestro orobico in bilico Corriere della sera

L’INCHIESTA
Canestro orobico in bilico
Esercito di 3 mila ragazzi tesserati. «Ma i club devono unire le forze»

Per mantenere la barra dritta nel viaggio all’interno del dedalo di società della pallacanestro bergamasca è necessario affidarsi a chi monitora la situazione dal 2008. Giuseppe Ventre, per tutti Pino, è al secondo mandato come presidente del Comitato Provinciale di Bergamo e a pochi giorni dal via della nuova stagione prova a scattare una fotografia del movimento: «Il basket a Bergamo sta abbastanza bene ma non vedo niente di positivo all’orizzonte perché in questo momento siamo penalizzati sia dalla riduzione progressiva delle risorse e degli sponsor sia dalla normativa nazionale sulle attività dilettantistiche, che secondo me è da rivedere. Troppe riforme dei campionati, una dietro l’altra, non danno alle società la possibilità di guardare a medio-lungo termine e quindi di organizzarsi». Al termine della passata annata la Virtus Bergamo è stata vicina a chiudere, ma l’arrivo della Comark come sponsor ha ridato linfa vitale al progetto. Per quanto concerne le realtà più piccole non è stata un’estate negativa: «C’è stata la fusione tra Albino e Seriana mentre solo il Bonate Sotto non si è iscritto al campionato di Promozione pur avendone diritto, ma continua con l’attività giovanile – prosegue il presidente del Comitato -. Non mi preoccupo se qualche società lascia l’attività senior, l’importante è che continui a credere nel vivaio. È scomparso invece il Mozzo, che non si è più riaffiliato come società. Spero che qualcuno riprenda in mano almeno l’attività giovanile in quel bacino».