Mozzo/Politica – Sotto accusa i telefonini per i consiglieri – letto su Corriere Bergamo


Di contro, invece, la replica dell’amministrazione comunale per voce del sindaco Paolo Pelliccioli: “Attraverso questo contratto abbiamo implementato la rete aziendale mobile, inizialmente costituita da cinque sim card ed ora caratterizzata da un totale di dieci. Il piano, tengo a precisare, è inclusivo di smartphone per la fruibilità completa dei servizi di connettività”. E poi una battuta sui costi con il nuovo gestore: “Vodafone ad oggi ha esplicitato i costi afferenti le utenze già attivate. Non vi sono sovrapposizioni in quanto sia la rete mobile che fissa delle utenze ad oggi collegate hanno effettuato un subentro in Vodafone che non prevede una doppia fatturazione salvo conguagli del gestore precedente, e qualora alcuni servizi non fossero ancora attivati, significa che il gestore è ancora il precedente Telecom”.

viaSotto accusa i telefonini per i consiglieri – Corriere Bergamo.