Mozzo/Zona 30 Più sicurezza nel centro del paese grazie alla «Zona 30» Corriere della Sera


Corriere della Sera .

Un centro più vivibile e sicuro, soprattutto per i più piccoli. E’ stata inaugurata in tempi record a Mozzo la nuova “Zona 30”, che sarà sempre attiva lungo tutta via Piatti, una delle arterie principali del paese. Un intervento necessario, con l’obiettivo di garantire maggiore sicurezza ai pedoni in una zona cui sorgono anche gli edifici scolastici e la biblioteca, frequentati quotidianamente dagli studenti.

Nell’area il limite di velocità sarà di 30 chilometri orari, invece dei consueti 50 previsti dal codice stradale in ambito urbano. La minore velocità permetterà una migliore convivenza tra auto, biciclette e pedoni. Per garantire il rispetto del decreto è stata realizzato anche un ampio dissuasore in prossimità delle vie d’accesso, favorendo l’attraversamento pedonale in totale sicurezza. Un altro manufatto stradale è stato realizzato in corrispondenza dell’incrocio con via Lochis, sempre per indurre i veicoli ad attenersi al limite dei 30 chilometri orari, in vigore fino all’inizio di Piazza Trieste. Non manca un ulteriore monito, un po’ meno istituzionale, rivolto a tutti gli automobilisti: sulla recinzione dell’asilo è stato affisso un manifesto con scritto: “Se rallentate… Ci sentiamo più sicuri”.

Ma non solo il limite di velocità nella zona, un’altra novità per gli automobilisti è anche la riduzione dei posti auto a ridosso della carreggiata, sostituiti da aiuole che coloreranno il paese e, si spera, disincentiveranno il traffico nel centro mozzese.