Mozzo: “L’intervista Paolo Pelliccioli sindaco di Mozzo «Abbiamo saputo catalizzare il malcontento» L’Eco di Bergamo 09 maggio 2012


20120509-090228.jpg

Parlando per metafore, il risultato della lista civica di Innova Mozzo e del suo candidato Paolo Pelliccioli, architetto quarantenne, senza tessere in tasca – vincitore con il 52% dei voti – ricorda l’episodio di Davide contro Golia: uno scontro fra un gruppo volenteroso di persone, non connotate strettamente politicamente, e un movimento organizzato, quello della Lega, alla guida del paese negli ultimi vent’anni, prima con Marco Monachese (ora nelle file dei Moderati), poi con Silvio Peroni (sindaco uscente). Nella cittadina dell’ex ministro Roberto Calderoli si afferma così il cambiamento.
Innova Mozzo è un gruppo eterogeneo, costituito dall’insieme di diverse influenze: che configurazione politica assume, ora, questo movimento?
«Abbiamo raccolto l’eredità delle due liste civiche di minoranza (Persone e Valori, Insieme per Mozzo), e nel contempo aperto il dialogo a tutte le forze politiche del territorio, trovando l’appoggio di Udc e Pd.

Prosegue sulla versione cartacea del giornale in edicola