Mozzo: Auto d’epoca, baby navigatore Ma al volante guida il papà – visto su L’Eco di Bergamo


Ezio Ronzoni e il figlio Andrea, 14 anni, in gara da oggi nella Coppa Dolomiti
«Nella regolarità una sfida senza esasperazioni e con rispetto, come una volta»

di Giovanni Cortinovis

«Nella regolarità la sfida è come una volta, senza esasperazioni e nel rispetto degli avversari. Ricordo gare in cui chi era in testa si è fermato per soccorrere un amico rimasto in panne, perdendo ogni speranza di successo. È il concetto di competizione che vorrei trasmettere a mio figlio e per questo l’ho voluto come navigatore, anche se ha solo 14 anni». Ezio Ronzoni di anni ne ha 50 e di professione è amministratore delegato di Banca Galileo. Da oggi a domenica Ezio è in gara alla Coppa delle Dolomiti con il figlio Andrea, il più giovane dei 175 equipaggi iscritti: il regolamento stabilisce che per le gare internazionali l’età minima per fare da navigatore sia 14 anni.
Come premio un motore d’epoca
«Andrea ha appena finito la terza media e per premiarlo dei voti in pagella l’ho mandato da un signore di 84 anni, Samuele Baggioli, soprannominato “Veloce”, preparatore storico di motori di auto d’epoca. Gli ha messo in mano un motore di una Alfa Romeo d’epoca e insieme l’hanno smontato. È rientrato a casa grondante olio ma contento. D’altronde questo sport permette di farsi un bagaglio culturale diverso dalle auto moderne, costituite per lo più di elettronica». I due bergamaschi sono al via su una Fiat 1100/103 TV Pininfarina del 1954: «Di questo modello non ne sono state prodotte molte e il mio esemplare ha disputato la Mille Miglia nel 1954 e nel 1955, quando era una gara di velocità».
La precisione è tutto
Oggi invece le gare di auto storiche sono definite di regolarità e consistono in una serie di prove cronometrate nelle quali bisogna spostarsi da un punto di partenza a uno di arrivo in un determinato tempo, preciso al centesimo di secondo. A differenza dei rally, non vince chi impiega meno tempo, ma chi si avvicina più possibile al tempo prestabilito: completare la prova speciale con 30 centesimi di anticipo o 30 di ritardo è ai fini pratici lo stesso perché le penalità sono proporzionate ai centesimi di differenza. «Ad essere sinceri, date le medie tutt’altro che proibitive richieste, ciò che conta sono gli ultimi 2 metri di ogni prova. Il cronometro si ferma quando la ruota passa su un pressostato ma il regolamento vieta di mettere fuori la testa. Così, noi piloti costruiamo una serie di mirini, cioè mettiamo dei segni sull’abitacolo che ci permettano di capire quando la ruota è sul tubo di rilevazione del tempo».
Insieme si vince e si perde
«Alcuni si allenano ogni giorno, noi invece lo facciamo una volta alla settimana. Basta avere a disposizione un grande parcheggio vuoto, di un’azienda o di un centro commerciale: poi fissiamo a terra il pressostato». Ezio ed Andrea gareggiano in coppia da quattro anni nelle gare di club, dove il limite per navigare è appunto di 10 anni: sono gare di solito confinate nei kartodromi e organizzate per avvicinare a questo sport i più giovani e le famiglie. «È un modo per stare con mio figlio. Insieme abbiamo anche vinto qualche garetta ma, pur essendo competitivo, quando commetto un errore mi conforta dicendomi “faremo meglio la prossima“. Aiuta correre attraversando paesaggi da cartolina perché le sensazioni che si provano sono impagabili».
pubblicato sulla versione cartacea de L’Eco di Bergamo Venerdì 02 Settembre 2011 SPORT Pagina 71

20110906-025536.jpg

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

Un pensiero su “Mozzo: Auto d’epoca, baby navigatore Ma al volante guida il papà – visto su L’Eco di Bergamo

....

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...