Mozzo/Volley Mozzo: Finali regionali Under18 Davide contro Golia


Volley Mozzo: Finali regionali Under18
Davide contro Golia

Entri nel palazzetto dello sport di Busnago e vedi appese alle pareti dei corridoi le decine e decine di fotografie delle pallavoliste che hanno giocato in questo palazzetto e calcato i parquets di mezza Italia, vedi le tribune da “serie A” occupate da supporters armati di tamburi e vuvuzelas, vedi che le tue avversarie ti sovrastano tutte di parecchi centimetri, annusi l’aria di un luogo “al top” e capisci che ti stai giocando qualcosa che… vale proprio la pena di giocare.
Le Rosse del SiAmoVolley MOZZO arrivano a questa sfida con la voglia sputare tutto il loro orgoglio e il loro talento sulla palla a spicchi gialloblu, consapevoli che se sarà sconfitta è perché tutti possono fallire in qualcosa ma solo i più forti non vogliono rinunciare a provarci.
Perché come diceva il buon Thomas Stearns Eliot… “Solo chi rischia di andare troppo lontano avrà la possibilità di scoprire quanto lontano si può andare”
Via al primo set e le Rosse stupiscono i propri supporters e quelli avversari con una partenza al fulmicotone: 7-1
I coach brianzolo è pietrificato ed è costretto chiamare subito un time out per rimettere le cose a posto… e vi riesce. Le quotatissime ragazze in maglia nera e numeri gialli rientrano in partita e qui inizia l’altalena dei sorpassi e contro sorpassi. L’equilibrio si spezza sul 19-19 quando le padrone di casa, appoggiandosi sui suoi due migliori talenti (#13, #15 e #17) infilano un break decisivo con cui chiudono il set sul 25-22. Raga, sono davvero forti.
Al cambio campo coach Debora INCOLI carica le proprie ragazze, trasmette la consapevolezza che il primo set è stato giocato alla pari e infonde nelle Rosse la voglia di non mollare.
Il secondo set riparte in equilibrio (7-7) ma le padrone di casa operano il primo strappo e vanno avanti di 3-4 punti; sembrano in grado di controllare la partita. Sembrano… Sul 20-15 ci scappa un eloquente “l’è ‘ndacia la quaia” ma le Rosse non ci stanno; hanno gli occhi “giusti”, attaccano ogni palla, murano, difendono e contrattaccano e con #6Roby in battuta infilano un parziale di 10-0 (!!!) che chiude il set sul 25-20.
Per le busnaghesi è un brutto colpo, il pubblico di casa ammutolisce mentre i bergamaschi prendono fiato e si lasciano andare a cori da curva nord.
Le Rosse sentono il clima e iniziano il terzo set così come hanno finito il secondo e volano avanti di 5 punti che gestiscono in scioltezza, scliolinando una pallavolo da urlo e siamo 19-14. Ci si aspetta il crollo di Busnago ma… queste sono forti. Il loro palleggio (notevole) decide di spostare il gioco sui tre elementi di maggior talento ed in particolare chiama in causa per ben sei volte consecutive il centrale #17 che porta in cascina altrettanti punti diretti. Le Rosse, frastornate, non riescono a contrastare il ritorno delle brianzole che ci restituisco pan per focaccia e con un parziale di 10 a 1 chiudono il set a loro favore (25-20).
Busnago Volley è la squadra che ha conquistato il titolo provinciale milanese, la squadra che ospiterà qui la finale per il titolo regionale, a quella partita vogliono esserci a tutti i costi ed in più sono davvero… forti.
Riprende il quarto set ed è chiaro a tutti che le Rosse sono andate in riserva, fisica e mentale. Sull’onda dell’entusiasmante rimonta del set precedente le giallo-oro di Busnago insistono e leggono bene la difficoltà della ragazze di Debora. Partono forte e mettono in cascina un gap che a questo punto del match è letale; Debora INCOLI prova alcuni cambi nel suo sestetto base ma le bocche di fuoco bergamasche hanno esaurito le munizioni. Busnago chiude facilmente il set (25-14) e porta a casa un 3-1 sì sofferto ma meritato e che le porta tra le prime migliori otto squadre lombarde.
Le Rosse ricevono gli applausi del pubblico mozzese a cui si uniscono quelli inaspettati del raffinato pubblico milanese. Arrivano le congratulazioni dello staff tecnico avversario a Debora INCOLI e alle singole ragazze del SiAmoVolley MOZZO. Chapeau !
C’è sì un po’ di rammarico per la chance persa nel terzo set ma c’è altrettanta consapevolezza di aver dato tutto, di aver messo in difficoltà una squadra tecnicamente e fisicamente fortissima. A noi che abbiamo avuto il piacere di esserci rimane l’applauso prolungato che le nostre ragazze rivolgono alla tribuna “rossa”, un applauso fatto di tanti sorrisi e sorridere dopo una sconfitta… è la nostra migliore vittoria. Grazie !
A winner is a dreamer who never gives up / Un vincitore è un sognatore che non si è arreso. (Nelson Mandela)
One spirit, One team, One win.