Mozzo/Storia: i misteri di Casa Dolci… (di Luigi Rota)


FATTI AVVENUTI A MOZZO NEL CORTILE DELLA CASA DOLCI NEL 1957
Era consuetudine nel tempo passato,e anche in anni recenti, di mettere immagine sacre nelle singole case,collocandole in grotte, tribuline o santelle. Nella maggioranza dei casi si trattava di statuette della Vergine Maria, per invocarne la sua protezione sui luoghi dove venivano collocate.
Nel 1957 a Mozzo di Sopra, angolo tra Via San Lorenzo e Via Todeschini, nel cortile della casa del signor Eugenio Dolci (famiglia patriarcale di 13 figli) si decise di costruire una tribulina e dedicarla alla Madonna di Lourdes in segno di devozione e riconoscenza. Tutto questo , per certi fatti strani che turbarono la famiglia Dolci, e incuriosirono tutto il paese. Continua a leggere