Mozzo Il gruppo Celo approda a Monza Specialità bergamasche al Gran Premio -letto su Italia a Tavola


Il gruppo Celo approda a Monza Specialità bergamasche al Gran Premio - Italia a Tavola

Il gruppo di Mozzo gestirà quindi il famoso ristorante Anzani (350 coperti) in rettilineo, più un self-service da 160 posti e ancora due bar dislocati in punti strategici non lontani dalla pista. «Per la nostra società – spiega Luca Locatelli, 32 anni, amministratore di Celo – approdare a Monza è una grande soddisfazione. Per ora il bando si riferisce al periodo del Gran Premio, dal 2 settembre in avanti, ma noi contiamo di convincere Sias a proseguire la collaborazione, magari per altre occasioni importanti, come l’appuntamento mondiale del superbike. Per questo sappiamo che non ci sono margini di errore: dovremo dare il meglio di noi stessi, ma siamo pronti».

Subito sono iniziati i sopralluoghi della società nell’autodromo, perché al di là dell’offerta enogastronomica, sarà importante avere un quadro preciso sul fronte della logistica. «Quello è forse il primo problema – aggiunge il giovane patron – ma ci stiamo già lavorando da tempo. Siamo anche molto orgogliosi di offrire a una clientela che arriverà da tutto il mondo per il Gran Premio le nostre specialità bergamasche, a partire naturalmente dalla polenta e dagli immancabili casoncelli».

Per chi invece preferirà una ristorazione meno tradizionale, offriremo un concentrato di specialità tex-mex, con i piatti di carne a farla da padrone. Per questo la società ha mobilitato una brigata che complessivamente potrà schierare a Monza quasi 40 persone: 7 cuochi (compreso lo chef di El Tiempo Paolo Martinelli) più altri aiutanti di cucina, tra i 15 e 20 camerieri, e almeno 10 addetti per i due bar.

Per saggiare l’impatto con la marea di appassionati (in stragrande maggioranza tifosi della Ferrari), saranno anche importanti i giorni precedenti alle prove. «Già dalla prossima settimana – spiega Locatelli – il circuito di Monza comincerà ad animarsi diventando una piccola cittadella: arriveranno tecnici, meccanici, operatori delle tv, in tutto quasi 500 persone che costituiranno per noi un valido banco di prova per preparaci bene all’evento».

viaIl gruppo Celo approda a Monza Specialità bergamasche al Gran Premio – Italia a Tavola.

Mozzo/Via Verdi: la segnalazione ” disponibile a collaborare per un parco più bello…”


Riceviamo segnalazione che qui pubblichiamo:

“vorrei segnalare lo stato di quasi abbandono del Parco di Via Verdi. Secondo me avrebbe bisogno di manutenzione (taglio alberi e verde, raccolta rifiuti, sistemazione giochi per bimbi).
Sarà una coincidenza ma quest’estate ho visto questo parco frequentato meno del solito…
Io abito di fronte. Sarei a disposizione per un’eventuale collaborazione..
Grazie per l’interessamento.”

Vuoi segnalare qualcosa? Scrivi qui un sms o mail oppure compila il form qui sotto:

Continua a leggere

Mozzo Muore a 66 anni Luigi Esposito Maestro della vera pizza napoletana – letto su Italia a Tavola


Muore a 66 anni Luigi Esposito Maestro della vera pizza napoletana - Italia a Tavola

Lui, napoletano verace, aveva inventato la pizza dedicata a Papa Giovanni, oppure quella “bergamasca”, con la polenta, il taleggio e il cotechino. Il suo locale storico, “Il Galletto d’oro”, a Mozzo, nei pressi di Bergamo, era diventato un tempio della pizza. Sarà difficile per tanti – colleghi, clienti e amici – dimenticare Luigi Jorio Esposito (nella foto), i cui funerali si sono svolti oggi, 26 agosto, nella parrocchiale di Mozzo. Non ce l’ha fatta a superare un delicato intervento chirurgico ma di lui rimangono i tanti ricordi per quanto ha amato il suo lavoro e il benessere della sua vasta clientela. Dopo quello di Mozzo, aveva aperto un secondo “Galletto d’oro” a Martinengo, nella pianura bergamasca. È deceduto venerdì scorso, 23 agosto, a 66 anni, lasciando nel dolore la moglie Lidia, le figlie Barbara e Katia, i generi Nicola e Pierpaolo e i nipotini Daniele, Leonardo, Lucia e Riccardo.

viaMuore a 66 anni Luigi Esposito Maestro della vera pizza napoletana – Italia a Tavola.