Mozzo/Associazioni : ATUTTOTONDO INFORMA


Dal 22 per noi comincia l’avventura al Parco della trucca!

per il terzo anno, i laboratori d’arte di ATUTTOTONDO approdano al parco per tutti i bambini che abbiano voglia di imparare e divertirsi.
Questo il programma:

ATUTTARTE

E’ un progetto di A tutto tondo per promuovere l’avvicinamento dei bambini

alla lettura e all’arte in modo ludico e confidenziale.

Il metodo operativo è centrato sulla lettura di un testo e un

laboratorio interdisciplinare dove sperimentare nuovi       linguaggi visivi.

Vogliamo creare dei momenti privilegiati per confrontarci su teorie e idee avvicinandoci alla cultura sostendo il piacere di leggere e fare.

La cultura ci mette le ali!

Quattro salti nella storia.

Un percorso tra i protagonisti dell’arte del ventesimo secolo:

Picasso, Pollock, Fontana, Haring.

Un racconto ispirato dalla biografia aprirà l’incontro, in cui verranno    analizzati i linguaggi di questi grandi protagonisti  del secolo appena    trascorso

Laboratorio 1: 22/06/2013  dalle 17 alle  19 Keith Haring: una tribù che balla e la street art
Laboratorio 2: 27/07/2013 dalle 17 alle 19 Picasso:   Il collage e il ritratto cubista.

Laboratorio 3: 28/08/2013 dalle 17 alle 19 Pollock:   la forza espressiva del colore, il dripping.

Vi aspettiamo!

UN’AVVISO IMPORTANTE! La nostra merenda di saluti non si terrà il 19, per un sopraggiunto impegno. probabilmente si terrà martedì 25 giugno, ma manderemo separata conferma! a prestooooo
Ps. se domani non sapete cosa fare, vi aspettiamo dalle 9,30 al Parco del Pitone a Gandosso. divertimento assicurato! dite che siete nostri amici e vi faranno un prezzo speciale!

Mozzo/Fumetto – Il supereroe conquista i fumetti – Corriere Bergamo


Il supereroe conquista i fumetti - Corriere Bergamo

Poi Bergomix mi ha dato la visibilità necessaria per allargare il messaggio a un pubblico più vasto. Così ho preso la palla al balzo e ho fatto dell’immedesimazione una scelta di vita». Nonostante qualcuno possa sorridere, dietro il travestimento del Guardiano c’è un ragazzo equilibrato. «Sono un buffone con una maschera finché non farò qualcosa di buono per questo mondo», ammette serio. Sono una ventina gli italiani mascherati paladini dei più indifesi. Il costume tradisce una voglia di esibizionismo. «All’inizio era una tuta di fortuna, poi l’ho perfezionato – afferma il Guardiano -. È decorato da protezioni e placche acquistate in negozi per motociclisti che coprono sterno, braccia e testa, poi porto una cintura dalla quale estraggo aggeggi che possono servire, come cellulare e torcia». Anche la scelta dei colori non è casuale. «Il nero è d’obbligo per poter agire senza essere visto al buio», specifica.

viaIl supereroe conquista i fumetti – Corriere Bergamo.

Mozzo/Piazza Trieste: la segnalazione “attimi di tensione fra i questuanti in piazza domenica mattina”


20130617-114041.jpg

Riceviamo segnalazione Mail che qui pubblichiamo:

” ….nella mattinata di domenica si sono vissuti attimi di tensione in quanto oltre ai soliti 4/5 questuanti in Piazza Trieste, si e’ aggiunto un altro personaggio con le stampelle, che è stato fatto allontanare in malo modo dagli storici mendicanti quasi a dire: questa e’ zona nostra! I presenti alla scena hanno avvisato le forze dell’ordine.”

Vuoi segnalare qualcosa? Scrivi qui un sms o mail

Mozzo Una buca maledetta cambia la vita «Ma sogno di tornare in piedi» – L’Eco di Bergamo


20130617-095426.jpg

Una buca maledetta cambia la vita «Ma sogno di tornare in piedi» – Cronaca – L'Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Non avevano fatto i conti con l’ottimismo irrefrenabile di Guido il pizzaiolo. O con la sua tempra da parà della Folgore, chissà. Va da sé che con i progressi fatti in questi due mesi al centro di Mozzo – dopo l’intervento di sette ore «opera del dottor Orazio Santonocito e della sua équipe, bravissimi» dice Guido -, non pare nemmeno troppo azzardato sentirsi dire che «io di uscire da qui con le mie gambe ci spero sempre». Sognare non costa niente e aiuta tanto, soprattutto se si resta convinti, come lui, che «nella disgrazia mi è andata di fortuna».