Mozzo/Borghetto: pranzo sociale Amici del Borghetto in allegria


20121201-195458.jpg

Una simpatica riunione di…lavoro ha caratterizzato l’incontro odierno degli Amici del Borghetto con la presenza graditissima e spiritualmente beneaugurante di don Giulio, che si é fermato con noi, i saluti del Sindaco e dell’Assessore Terzi che sono passati a salutarci e hanno scambiato opinioni sull’operato reciproco.

Si sono tirate le somme di un anno particolarmente intenso per attività ed amicizia; si sono presi gli ultimi accordi sui preparativi per “Natale sotto le stelle incontro a Gesù Bambino”; si é parlato di possibili attività future; si sono espressi i ringraziamenti ai soci fondatori del gruppo: Mino, Ceri e il super presidente Ulisse, ringraziato dal suo successore Paolo; si sono ricordati gli amici che ci guardano dal cielo, Piero, Franco, Umberto, Bepi; si sono trascorse alcune ore in simpatiche chiacchierate e ricordi… Peccato che i ritrovi sociali avvengano solo una volta all’anno!!!

(Dal nostro inviato “speciale” al Borghetto)

Questo slideshow richiede JavaScript.

Mozzo Consorzio di bonifica: elezioni del nuovo cda | Bergamosera


Consorzio di bonifica: elezioni del nuovo cda | Bergamosera.

Ieri, i candidati della lista “Cittadini&consumatori per la difesa del territorio” , sostenuta da Cgil, Cisl e Uil, hanno illustrato il loro programma. Tra i principali iniziativi ci sono la riduzione dei costi di gestione dell’ente e la ripartizione degli oneri in modo equo tra i beneficiari indicati nel “piano di classifica” giacente presso gli uffici della Regione Lombardia da tre anni. E poi la realizzazione delle progettate “Vasche di Albino” che serviranno a immagazzinare alcuni milioni di metri cubi d’acqua.

Mozzo/Avvento – Il Concilio Vaticano II – 50 anni dopo… – Catechesi d’Avvento letto su Acli Mozzo


Perché parlare del Concilio Vaticano II?

A 50 anni dall’apertura è sicuramente doveroso celebrare un anniversario importante, ma soprattutto è bello ed appassionante recuperarne con la memoria i valori, affinchè la ricchezza del Concilio continui a operare nella Chiesa.

Anzitutto la ricchezza della Fede cristiana del suo promotore, il Beato Papa Giovanni XXIII. Una Fede profonda in cui il rapporto con il sacro alimenta il dialogo, l’ascolto, l’incontro con l’altro. Così come la ricchezza della preghiera assidua e personale trova con Papa Giovanni e con il Concilio parole più vicine all’uomo del tempo. La Chiesa, popolo di Dio nella storia, cerca da allora di capire, di pregare la Parola. Anche i laici scoprono la bellezza della preghiera comunitaria.

E oggi? Quale messaggio di Fede in un mondo in cui pare dominare l’individualismo e l’ateismo pratico. Quale Preghiera, quale Parola fra tanti messaggi confusi e ambigui? Quali scelte etiche e religiose? Quale ruolo può e deve avere il popolo di Dio nella storia attuale?

viaIl Concilio Vaticano II – 50 anni dopo… – Catechesi d’Avvento.