Mozzo/Politica: Di Pietro al gazebo raccoglie le firme per quattro referendum Bergamo News


Antonio Di Pietro domenica mattina a partire dalle 9.30 sarà in piazza Trieste a Mozzo con il gazebo dell’Italia dei Valori per raccogliere le firme sui quattro referendum contro la casta e per il lavoro.

“Siamo in piazza – spiega Domenico Cangelli, consigliere provinciale dell’Idv – per abolire i rimborsi elettorali ai Partiti, la diaria dei Parlamentari e soprattutto per ripristinare l’articolo 18 dello Statuto dei Lavoratori, abrogato con la Riforma Fornero, ma anche per ripristinare l’Articolo 8 per la contrattazione collettiva nazionale, abrogata l’estate scorsa dal Governo Berlusconi. Vogliamo in questo modo dare un segnale forte ai cittadini, rendendoli di nuovo protagonisti con le loro firme, per difendere i diritti e il lavoro del nostro Paese”.

In particolare, due referendum si propongono di colpire i privilegi della Casta. Il primo chiede la completa abolizione del finanziamento pubblico per i partiti. Il secondo quesito vuol invece cancellare la diaria dei parlamentari.

Mozzo – Il Patto dei sindaci per salvare l’ambiente – Corriere Bergamo


Ognuno potrà quindi contribuire con dei piccoli gesti a rendere la zona vivibile per sé e soprattutto per le generazioni future.

L’attività “Un patto per l’ambiente : idee e azioni per un futuro responsabile” avrà luogo tutti i lunedì compresi tra il 29 ottobre e il 10 dicembre alle ore 20.30 nella sala consiliare del comune di Curno.

Interverranno l’ingegnere Angelo Borrone del Politecnico di Milano, il dottor Sergio Chiesa del C.N.R.(Consiglio Nazionale delle Ricerche) , il dottor Guido Previtali e l’ ingegnere Matteo Zonca Bravi del FaSE (Fabbrica Seriana Energia), oltre ai sindaci stessi. Questa non sarà la sola iniziativa proposta dai comuni dell’hinterland, dato che nel mese di novembre sono in programma altre iniziative ecosostenibili.

viaIl Patto dei sindaci per salvare l’ambiente – Corriere Bergamo.

Curno, Mozzo e Valbrembro uniti per l’ambiente Bergamo news


Le tematiche ambientali sono oggetto di discussione e d’ interesse al giorno d’oggi, a partire dai più grandi congressi internazionali fino alle più piccole assemblee locali. Tra queste è molto attiva il “Patto dei Sindaci” , alleanza stipulata tra i primi cittadini di Mozzo, Curno e Valbrembo per la salvaguardia del territorio.

I principali obiettivi di questo rapporto di collaborazione sono l’abbassamento del livello di anidride carbonica presente nell’aria del 20% entro il 2020 e l’utilizzo di almeno il 20% delle energie rinnovabili: un traguardo ambizioso, che però i soli Comuni non sono in grado di raggiungere (basti pensare che il palazzo del comune di Curno è responsabile del 3% dell’inquinamento dell’aria). I sindaci hanno così deciso di organizzare una serie di incontri (sette per la precisione) aperti a tutti i cittadini con l’intento di “stimolare maggiori consapevolezze e di promuovere azioni virtuose”. Ognuno potrà quindi contribuire con dei piccoli gesti a rendere la zona vivibile per sé e soprattutto per le generazioni future.

viaCurno, Mozzo e Valbrembro uniti per l’ambiente.