Mozzo/Merena – la lettera: “si scambiano la loro dose senza nemmeno nascondersi più…”


Riceviamo una lunga mail che parla della della Merena, quartiere periferico che confina con la zona famosa di Ponte san Pietro dell’Isolotto che da tempo ha contagiato anche il nostro paese. Qui integralmente pubblichiamo:
————————————————
“Da: xxxx<xxxxx@gmail.com>
Oggetto: Mozzo Briantea
Data: 18 ottobre 2012 15:22:26 CEST
A: sms@mozzo.net
Buongiorno,
 
Leggo spesso i vostri annunci riguardanti sicurezza/pulizia in paese ma nessuno, o quasi,parla molto delle zone fuori dal paese.
 
Io personalmente assisto e posso parlare della mia zona (Zona Briantea pressi via Merena).
 
E’ diventata una zona malfamata, sinceramente detto in parole molto povere, fa veramente schifo.
 
Quando ero piccola io, che giocavo sotto casa come tutti, dovevo stare attenta a qualche macchina; adesso le macchine sono il male minore.
 
Qualcuno di voi ha mai provato ad utilizzare il sottopassaggio all’altezza del Kebab?
Io sinceramente mi rifiuto e piuttosto, anche a mio rischio, attraverso il provinciale a piedi.
Avete mai provato a passare dalla Briantea alla Merena attraverso il passaggio pedonale accanto ai palazzoni (zona pizzeria xxxxxxx) e osservare la situazione?
Avete mai provato a girare per la zona non appena fa un poco buio?
Nulla mi toglie dalla mente che qualcuno nel sottopassaggio ci dorma la notte.
 
Per non parlare delle situazioni in cui mi imbatto anche di giorno.
 
Spudoratamente ci sono ragazzi che si incrociano e si scambiano la loro dose senza nemmeno nascondersi più (anzi, se per caso li si incrocia sembra abbiano pure ragione e tutto il diritto di farlo); ci sono ragazzi che pranzano e cenano allegramente sulle scale di casa mia senza nemmeno porsi il problema di dare fastidio (e tantomeno pulire); alcuni di loro sono addirittura arrivati al punto di urinare sui muri di casa mia.
 
Per non parlare degli avanzi che lasciano in giro tra i quali cibo, lattine, bottiglie di vetro, sellini, biciclette..addirittura ho trovato un paio di manette attacate ad una grata. Rifiuti che ovviamente nessuno raccoglie e che poi danni fastidio alle macchine o ad esempio quando piove, intasando grate e tombini.
 
Sinceramente rispetto a prima la situazione si è evoluta.
Mi spiego meglio; prima accadeva molto più spesso che gli stessi ragazzi si rincorressero e addirittura accoltellassero, nascondendosi negli androni dei palazzi vicini o rifugiandosi (magari feriti) nei negozi più vicini, causando scompiglio e danni anche all’immagine dei negozi stessi facendo perdere clienti.
I Carabinieri erano soliti passare avanti ed indietro dal provinciale, appostarsi e rincorrerre a loro volta i personaggi più conosciuti; purtroppo ho visto molte volte gli stessi carabinieri arrestare dei ragazzi alle 14.00 e ritrovarli liberi alle 17.00 dello stesso giorno.
 
Adesso almeno questa situazione è finita ma sono venuti a crearsi altri episodi non meno piacevoli quali i sopra citati.
 
I Carabinieri sono a conoscenza di tutti i fatti e alle volte qualcuno continua a segnalarli, ma questo non è sufficiente a farli uscire dalla caserma a fare un controllo. (figuriamoci a far sistemare la stuazione).
 
Io sinceramente sono un pò stanca di dover controllare diverse volte prima di dover uscire di casa mia, stare attenta a dove metto i piedi, cosa guardo, chi incrocio, fare un singolo rumore, farmi accompagnare ogni volta che torno a casa.
 
Perchè non si riesce a tenere pulita questa zona?
Inoltre, se non si riesce a tenerla solo pulita figuriamoci a renderla un pò più sicura!!
 
Ci sarà mai qualcuno in grado di dare una risposta?
Visto che la situazione va avanti da anni ormai, credo proprio a malincuore, di no.”
——————————————————————–

Mozzo/Associazioni: LIBERITUTTI da ATUTTOTONDO


se desiderate far partecipare i vostri bimbi alle serata di Liberitutti di sabato 20 ottobre, è necessario prenotare entro giovedì 18 ottobre!
dalle 19 alle 22,30 i vostri bimbi giocheranno con noi, mentre voi vi godrete la serata
contributo richiesto 15 euro + pizza scelta

Mozzo – Pomeriggio insieme per un paese più pulito – Corriere Bergamo


Un sabato nel verde a Mozzo per un futuro più verde. I cittadini del comune bergamasco, su invito dell’amministrazione comunale, del gruppo alpini locale e del G.E.M. (Gruppo Escursionisti Mozzo) sabato 20 ottobre parteciperanno all’iniziativa “Ripuliamo Mozzo” per rendere più accogliente il paese e per passare un pomeriggio diverso dal solito. L’invito è esteso a tutti : donne, bambini, adulti, anziani e chiunque voglia contribuire a rendere Mozzo un paese pulito e un esempio per altri comuni del circondario. Il ritrovo è fissato sabato alle ore 14 in Piazza Costituzione (di fronte al comune). Il materiale per la pulizia (sacchi per l’immondizia e guanti) verrà fornito ai partecipanti direttamente sul posto. Per evitare dispersioni, il gruppo formatosi concentrerà i suoi sforzi sul cosiddetto “Monte di Mozzo”

viaPomeriggio insieme per un paese più pulito – Corriere Bergamo.

Mozzo – Problema inquinamento: Mozzo sceglie la via del blocco del traffico Bergamo News


L’amministrazione comunale di Mozzo sceglie un intervento deciso per contrastare il problema inquinamento, che vede da tempo la bergamasca tra le province maggiormente colpite. Nuove restrizioni sulla circolazione dei mezzi nelle vie del paese che resteranno in vigore fino ad aprile. A renderlo noto è il comandante della polizia locale Fabrizio Rigamonti, attraverso il sito internet del comune. Il provvedimento sarà attivo tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 7.30 alle 19.30, eccezion fatta per le festività infrasettimanali.

viaProblema inquinamento: Mozzo sceglie la via del blocco del traffico.