Mozzo/Agricoltura – Stato di calamità per l’agricoltura L’estate torrida brucia 200 milioni – Economia – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia


Stato di calamità per l’agricoltura lombarda: a chiederlo è la Coldiretti regionale che ha redatto la mappa dei danni della lunga estate calda spenta in questi giorni dalle piogge di Poppea. Pesanti anche le ripercussioni nella Bergamasca.

«La siccità di luglio e agosto ha inciso in modo pesante sulle coltivazioni sia sul fronte delle quantità prodotte sia su quello della spesa per il carburante che serve alle pompe di irrigazione – spiega Ettore Prandini, presidente della Coldiretti Lombardia – tra Brescia, Milano, Sondrio, Bergamo, Mantova, Pavia e Cremona ci sono danni stimati, fra mancati raccolti e maggiori costi, per circa 200 milioni di euro».

A Bergamo la situazione è diversa a seconda delle zone considerate: nella pianura (area Romano-Treviglio) si segnalano perdite del 15-20 per cento su tutte le colture, cali anche del 70 per cento sull’erba media e del 10-15 per cento per il latte, nella media pianura (Bergamo-Ponte San Pietro) il mais ha perso fra il 60 e il 70 per cento del raccolto sulle zone non irrigue, l’uva bianca è quasi dimezzata e per quella nera si prevedono perdite fra il 20 e il 30 per cento, in collina e sulla montagna orientale (Sarnico-Clusone) dimezzate le colture foraggere, il mais registra perdite del 25 per cento nelle aree irrigue e del 70 in quelle non irrigate, l’uva bianca crolla del 50 per cento e quella rosa del 30, mentre in Valle Imagna e in Valle Brembana le perdite sul latte vaccino e caprino si sono registrate riduzioni fra il 18 e il 20 per cento, mentre le produzioni di erba e fieno sono crollate anche del 40 per cento.

viaStato di calamità per l’agricoltura L’estate torrida brucia 200 milioni – Economia – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Mozzo – Sfondano la saracinesca e rubano 4 videopoker al BarAonda di Mozzo Bergamo News


Un botto fortissimo alla serranda è al bar “BarAonda” sono spariti quattro videopoker e un cambiamonete. Mancavano pochi minuti alle 3 nella notte tra il 2 e il 3 settembre, quando alcuni banditi con un furgone hanno divelto le catene di piazza Trieste, spostato le fioriere e poi hanno sfondato la saracinesca e la vetrata del locale.

Pochi minuti e i malviventi sono riusciti a caricare sul furgone le 4 slot-machine, il cambiamonete e darsi alla fuga. È il secondo colpo che i titolari del locale subiscono in poco tempo. Subito è scattato l’allarme e sul posto sono giunti i carabinieri che ora stanno controllando i filmati dell’impianto pubblico di videosorveglianza.

viaSfondano la saracinesca e rubano 4 videopoker al BarAonda di Mozzo.

Mozzo, via catene e fioriere: poi sfondano la vetrina del bar – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia


Nuovo colpo, nella notte fra domenica e lunedì, al bar Baraonda di Mozzo. I soliti ignoti, poco prima delle 3 del mattino, hanno sfondato la saracinesca e si sono introdotti all’interno del locale. Erano a caccia di videopoker: ne hanno portati via quattro, oltre a una macchina cambiamonete.

Il furto, come pubblica il blog Mozzo News, è avvenuto alle 2,48 e in 50 secondi, come testimoniato anche dall’ impianto delle telecamere di sorveglianza, che  hanno ripreso tutto.

I ladri hanno divelto le catene della piazza, spostato le fioriere e con un camioncino hanno sfondato la saracinesca. Questo, fanno notare in paese, è già il secondo colpo.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Curno che hanno avviato gli accertamenti per cercare di risalire agli autori del colpo. Il danno è ancora da quantificare, ma sicuramente ingente: divelta la saracinesca e abbattuta la vetrata del bar.

viaMozzo, via catene e fioriere: poi sfondano la vetrina del bar – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Mozzo/Calcio – News – COPPA LOMBARDIA 2012 / 2013 DI 2° CATEGORIA – 3° GIORNATA letto su ASDC Mozzo


News - COPPA LOMBARDIA 2012 / 2013 DI 2° CATEGORIA - 3° GIORNATA

IERI, SI SONO  DISPUTATE  LE PARTITE DELLA  3° GIORNATA DI   COPPA LOMBARDIA 2012 / 2013  PER SQUADRE DI 2° CATEGORIA.

NEL GIRONE  “14” IN CUI E’ INSERITA LA NOSTRA SQUADRA, SI SONO AVUTI I SEGUENTI RISULTATI:

MONVICO   –   AMICI MOZZO 2008       3   A   0

PONTIDA BRIANTEA   –   VALTRIGHE      0   A   0

HA RIPOSATO IL MOZZO.

CLASSIFICA GENERALE PROVVISORIA

MONVICO                        PUNTI    5

VALTRIGHE                     PUNTI    5

PONTIDA BRIANTEA      PUNTI    4

MOZZO                   PUNTI    1

AMICI MOZZO 2008      PUNTI     0

viaNews – COPPA LOMBARDIA 2012 / 2013 DI 2° CATEGORIA – 3° GIORNATA.

Mozzo/Politica – INNOVATIVI PROPRIO PERCHE’ DIVERSI DAL PASSATO (PER STILE, MODI E DECISIONI…) letto su Innova Mozzo


Il contratto a cui si fa riferimento, sottoscritto tra l’amministrazione di Mozzo e la società Vodafone, nasce da un attento studio delle esigenze di un moderno ed efficiente palazzo comunale; partendo dalla situazione attuale con apparati telefonici e informatici datati e tecnologicamente obsoleti e grazie alla disponibilità della società Vodafone abbiamo realizzato un progetto di telefonia e informatica completamente integrato e innovativo.

Saremo presto in grado di offrire nuovi e efficaci servizi al cittadino, e successivamente, grazie all’integrazione con i vari software gestionali utilizzati dagli uffici del comune, di andare verso la completa fruibilità informatica dei servizi al cittadino da noi promessa in campagna elettorale.

Il nuovo contratto prevede un rinnovo globale dell’infrastruttura legata alla telefonia fissa con sostituzione di tutte le apparecchiature attuali compresi i centralini e relativo servizio adsl implementato rispetto a quello attuale assolutamente insufficiente in quanto a banda disponibile; prevede un nuovo servizio (Vodafone Rete Unica) grazie al quale è possibile assegnare all’utenza comunale un unico monte minuti mensile verso rete fissa e mobile a copertura di tutte le esigenze derivanti dall’utilizzo del servizio medesimo; prevede la creazione di una RAM Rete Aziendale Mobile, ad oggi assente, costituita da 10 sim in abbonamento e minuti condivisi inclusi, completa di 5 smartphone, tutti i telefoni della rete sia fissa che mobile si parleranno tra loro gratuitamente; prevede la creazione di una nuova ed estesa zona Wi-Fi free a disposizione di tutti i cittadini di Mozzo previa registrazione, e prevede infine la creazione di un servizio di SMS al cittadino attraverso il quale forniremo gratuitamente a tutti cittadini che ne faranno richiesta i seguenti servizi:

– informazioni su manifestazioni ed eventi;

– orari apertura uffici, sportelli…

– previsioni meteo, bollettini neve

– avvisi di allerta

– segnalazioni emergenze

– info concerti

– info manifestazioni

– comunicazioni attività culturali

Tutto questo ad un costo di poche centinaia di €/anno in più rispetto a quanto speso fino ad oggi dalla precedente amministrazione, beninteso che le spese a cui viene fatto riferimento sono di soli consumi telefonici e con tariffe invariate da molti anni.

Ovviamente allo scadere dei due anni, ammortizzato il costo degli impianti, il canone annuo riferito ai soli consumi telefonici si abbasserà considerevolmente al di sotto di quanto speso fino ad ora.

Mi pare ovvio che nel 2012 pensare ad uno smartphone come ad un bene voluttuario e non ad un moderno strumento di lavoro sia oltre che ottuso anche parecchio fuorviante.

Se poi tutto questo lo si vuole leggere come un mero ed arrogante gesto della nuova amministrazione che si compra i cellulari, liberi di farlo…

viaINNOVATIVI PROPRIO PERCHE’ DIVERSI DAL PASSATO (PER STILE, MODI E DECISIONI…).

Mozzo/Benzina scontata: code di 15 minuti ai distributori di Mozzo | Bergamosera


Benzina scontata: code di 15 minuti ai distributori di Mozzo | Bergamosera.

MOZZO — Code di un quarto d’ora ieri sera ai distributori della zona di Mozzo per l’ultimo giorno dei prezzi calmierati della benzina.
Come dimostra questa foto fornita dal sito Mozzonews, gli automobilisti hanno letteralmente preso d’assalto le pompe per cercare di risparmiare un po’ sul pieno visto che da stamattina alle 7 sono scadute le promozioni estive lanciate da Eni e da altri marchi sugli impianti self service.
Da oggi dunque si torna, per sette giorni su sette, a prezzi che sono tra i più alti d’Europa. La prima a lanciare le riduzioni, nel mese di giugno, era stata l’Eni. Ma trascorsa l’estate, oggi i prezzi non saranno quelli da cui eravamo partiti a giugno scorso.
Nel frattempo è scattato l’ennesimo aumento delle accise (che ha confermato l’Italia come Paese con le tasse sui carburanti più alte d’Europa) e i listini, in linea con l’andamento delle quotazioni del petrolio che hanno superato i 95 dollari al barile, hanno subito diversi ritocchi al rialzo.

20120903-100118.jpg

Mozzo – Le vacanze americane di Moro E la politica attende – Corriere Bergamo


Quella del volo, del resto, è una passione di famiglia. Il fratello, l’alpinista Simone, è da anni in possesso di brevetto, tanto che il giorno del matrimonio di Marcello stupì gli abitanti del Borghetto di Mozzo arrivando proprio in elicottero a prelevare la sposa. La quale, nei giorni scorsi, ha confidato alle amiche rimaste in Italia di essere alla vigilia di «un grande cambiamento di professione e di vita». Del resto sono molti a pensare che la lunga vacanza sia servita a Moro anche per stabilire una serie di contatti che serviranno a porre la basi di una nuova esistenza una volta chiarite le grane giudiziarie.

Nel frattempo l’autosospeso assessore si è tenuto aggiornato sui fatti bergamaschi leggendo in Rete la stampa locale. Lo dimostra un post scritto sulla sua pagina Facebook: a un amico che faceva battute sui suoi spostamenti attraverso la California ha replicato: «Zitto…i giornali dicono che sono desaparecido! Non svelare il segreto». Le vacanze comunque stanno per finire, tempo una decina di giorni e Moro dovrebbe tornare a Bergamo, dove molti lo aspettano per chiarire i diversi problemi apertisi nei mesi scorsi.

viaLe vacanze americane di Moro E la politica attende – Corriere Bergamo.

Mozzo/Politica – “Augh! Polemica inutile: meglio chi investe sul futuro e sui giovani. Sprechi: Piazza Trieste, demoliamola! « letto su Mozzo Nazione UDC MOZZO


Augh! Polemica inutile: meglio chi investe sul futuro e sui giovani. Sprechi: Piazza Trieste, demoliamola! « UDC MOZZO

La polemica inutile di questi giorni porta alla ribalta un vecchio modo di fare politica: alle nuove tecnologie si preferisce che il Sindaco salga sulla Berba, con una coperta e comunichi con i cittadini e i dipendenti con …. segnali di fumo!

Condividiamo la nuova strada intrapresa: utilizzare le risorse economiche del paese verso le nuove teconologie, investire sul futuro, sostituendo le apparecchiature obsolete e offrendo nuovi servizi ai cittadini. Puntando soprattutto ai giovani rendendo disponibili tecnologie utili al loro futuro. Dinamicizzare le comunicazioni degli amministratori verso i cittadini invece che attendere nel palazzo comunale che qualcuno li vada a riverire: e non solo per gli “amici” che avevano il numero del Sindaco e assessori ma per tutti i cittadini. Gli amministratori devono stare sui problemi e in mezzo alla gente non nel “Palazzo”. Aumentare le comunicazioni tra amministratori e struttura anche quando non e’ possibile sedere nel palazzo: ovviamente non a spese proprie. Aprire il paese al nuovo. Moderni strumenti di comunicazione che devono pervadere tutte le piazze del paese: Centro sociale, campus scuole, parco lochis, biblioteca, Piazza Trieste. Anzi si dovrebbe fornire il centro sociale di strumenti di comunicazioni moderni per consentire a chi lo frequenta di accedere al mondo e uscire dai confini ristretti del paese. Pagare le bollette senza code agli sportelli, accedere ai servizi comunali, visitare il mondo in modo virtuale: una’alfabetizzazione informatica utile anche agli anziani che lo frequentano. Continua a leggere

Mozzo/Politica: Telefonini agli assessori A Mozzo è guerra di cifre – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia


Telefonini agli assessori A Mozzo è guerra di cifre – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

A Mozzo infiamma la polemica sui telefonini. Al centro delle accuse è il gruppo di maggioranza Innova Mozzo, mentre a gridare allo scandalo è Roberto Bonalumi (ex assessore leghista), capogruppo di opposizione dei Moderati per Mozzo.

«Durante l’ultimo Consiglio comunale è emerso che l’intera Giunta si è dotata di cinque cellulari di ultima generazione “Samsung Galaxy Note 16GB” da utilizzarsi per i gravosissimi impegni di amministrazione (e anche per quelli personali) e gentilmente forniti dalle tasche dei cittadini senza chiedere loro il permesso». Continua a leggere

Mozzo – Pgt da boom: 180 mila nuovi abitanti – Corriere Bergamo


Una città grande come Bergamo, più Seriate, Mozzo, Curno, Orio, Stezzano e Azzano. È quella che dovrebbe comparire nella Bergamasca nel giro di quindici anni, stando alle previsioni inserite dai Comuni nei loro Piani di governo del territorio. I nuovi teorici abitanti per cui si prevedono spazi in terra orobica oscillano fra i 170 e 180 mila. Verdetto inappellabile, dallassessore regionale al Territorio Daniele Belotti: «Una enormità».Altrove, in Lombardia, non stanno messi meglio. I Comuni viaggiano in ordine sparso e stanno facendo previsioni urbanistiche – quindi con individuazione di spazi per le case, aree residenziali, cubature e, in parte minore, riconversioni – che potrebbero arrivare a non meno di 1,5 milioni di nuovi residenti. La fotografia emerge dal lavoro di un osservatorio attivato dallassessorato regionale. Lintenzione è uscire dalla nebbia data dal fatto che ogni municipio fa per sé, e lo screening avviato per la prima volta sul campione dato dal 47% di Comuni lombardi quelli che hanno varato il Pgt mostra previsioni massicce: 753 mila residenti attesi in totale, di cui 96 mila solo nella Bergamasca. Il resto sono proiezioni «Ma abbiamo visto – precisa Belotti – che il trend è attendibile», e il panorama resta decisamente affollato.

viaPgt da boom: 180 mila nuovi abitanti – Corriere Bergamo.