Mozzo/Elezioni2012: Nuova domanda per Bonalumi – qui la risposta


Mozzo/Elezioni2012: Scrivi al candidato Sindaco- Nuova domanda: leggi sopra. « Mozzo News.

20120402-101721.jpg

Domanda per Bonalumi Roberto

Il giorno 30/apr/2012, alle ore 16:59, dt ha scritto:

Buon giorno , sono un cittadino di Mozzo, vivo in via Manzoni,Le volevo esporre un fatto che spero venga preso in considerazione,.Spero in oltre in una sua vittoria elettorale perché La voterò.E’possibile intervenire all’inizio di Via Manzoni ?Perché dove esco con i cani è pericoloso!! In quanto, a parte la corsia stretta ,dovuta alle auto in sosta ,il pericolo maggiore arriva dalle auto che arrivando dalla briantea sfrecciano in modo pericoloso per le persone!!Di sera poi con l illuminazione davvero scarsa,fanno gara di auto e il pericolo è maggiore appunto per la scarsa luce!Mancano marciapiedi o vicolo pedonale.
grazie per la sua attenzione i miei più sentiti saluti

DT
———-
Risponde Roberto Bonalumi

Da: Moderati Per mozzo
Data: 02 maggio 2012 23:07:41 CEST
A: “Mozzo.net”
Oggetto: Re: Fwd: INFORMAZIONE
Rispondi a: Moderati Per mozzo

Innanzitutto la ringrazio per la Sua fiducia nei miei confronti e di tutta la squadra . Ammetto che è la prima richiesta che ricevo in tal senso e questo dimostra che c’è sempre da imparare . In ogni caso se sarò Sindaco Le garantisco che approfondirò la questione nel dettaglio. Credo che sia un problema a cui si possa senzaltro trovare una soluzione e credo che potremo trovarla insieme. L’ascolto e la collaborazione con i cittadini sono sempre la base della buona amministrazione . Ancora grazie Roberto Bonalumi.

Mozzo/Biblioteca – Venerdi 11 maggio presentazione di “Io sono il cielo che nevica azzurro” – di Quarenghi Giusi


Venerdì 11 maggio alle ore 20.45 alla Biblioteca di Mozzo (Bg) Giusi Quarenghi presenterà il volume Io sono il cielo che nevica azzurro. L’ingresso è libero.

Il Libro

Quando nasci in un piccolo paese perso fra i monti, per crescere hai a disposizione pochi riferimenti. La bambina protagonista di questo libro ne ha due. Due maestre: sua madre, infaticabile, sempre immersa nel lavoro della trattoria e della casa, ma sempre attenta, sempre capace di dire, fare, guardare, con il suo occhio infallibile, le sue parole semplici e profonde, i suoi gesti forti e sicuri. E poi la valle: quell’immenso spazio aperto per trovare il quale la bambina deve sfuggire alla prima maestra, per diventare una cosa sola con l’erba, il cielo, la roccia, l’acqua, e ascoltare i suoni emozionanti delle sue mille lingue segrete. Due scuole tanto diverse, eppure necessarie per prendere la strada di sé che coincide con quella che porta lontano, verso l’infinito della pianura. Età di lettura: da 10 anni.

viaIo sono il cielo che nevica azzurro – Quarenghi Giusi – Libro – IBS – TopiPittori – Gli anni in tasca.