Mozzo – Il sorriso di Luciano rinato dopo il buio – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia


Il sorriso di Luciano rinato dopo il buio - Cronaca - L'Eco di Bergamo - Notizie di Bergamo e provincia

Quei due anelli benedetti

La sinistra, proprio come la mano sinistra di Iolanda che lui accarezzava, cercandola continuamente, durante il coma. «Toccava i miei due anelli, quelli che mi aveva regalato lui – spiega ancora Iolanda, tenacia di ferro e provare a dire di no, con un marito che oggi dipende in tutto e per tutto da lei -, la fede e il solitario. Poi gli facevo continuamente sentire la mia voce, i dottori mi avevano detto di fare così».

Le pareti della stanza degli Ospedali Civili di Brescia, dove è rimasto sino alla fine di maggio, e poi quella del centro riabilitativo di Mozzo, da dove è uscito all’inizio di novembre e dove torna ora quasi tutti i giorni per le terapie, erano tappezzate dalle foto dei nipoti. «È stato proprio indicando i loro volti che mi ha fatto capire che si era svegliato». Il regalo più grande che potesse fare alla sua Iolanda e ai tanti amici che non hanno mai smesso di andare a trovarlo in ospedale si è svelato una mattina di maggio.

«Il giorno esatto non me lo ricordo – dice frastornata la moglie -, sarà stata una decina di giorni dopo il nostro anniversario di matrimonio, che cade il 9 maggio. Ero sola con lui, io gli dicevo i nomi dei nostri nipoti, lui ha cominciato a indicarli con il dito. È stato stupendo». Sabrina, Nicola, Alice, Simone, Giuseppe, Alissa, Mattia: sono uno squadrone, sette pesti da un anno ai 18, e anche grazie ai loro sorrisi appesi al muro, Luciano è tornato alla vita

viaIl sorriso di Luciano rinato dopo il buio – Cronaca – L’Eco di Bergamo – Notizie di Bergamo e provincia.

Mozzo/Calcio – News – RISULTATI DELLA SETTIMANA letti su ASDC Mozzo


12/03/2012

RISULTATI DELLA SETTIMANA

GIOVEDI’  8 MARZO 2012

DILETTANTI A 5  C.S.I.

MOZZO CARMINATI GOMME  –  LUNES BARTOLOMEO   2   A   6

SABATO  10 MARZO 2012

PULCINI A 7  C.S.I.

MABO JR. 02 BLU   –   MOZZO      4   A   1

ESORDIENTI  C.S.I.

OR. S. PAOLO APOST.   –   MOZZO     3   A   0

GIOVANISSIMI A 7  C.S.I.

( RIPOSO )

JUNIORES  F.I.G.C.

MOZZO   –   ANTONIANA     0   A   0

DOMENICA  11 MARZO 2012

2° CATEGORIA

MOZZO   –   ARES REDONA       0   A   1

ALLIEVI  F.I.G.C.

MOZZO   –   PALADINA        1   A   5

viaNews – RISULTATI DELLA SETTIMANA.

Mozzo/Acli: “Cattolici svegliatevi tornate alla politica” Bergamo News


Il gruppo promotore di una serie di incontri dal titolo “Cercasi un fine” insomma non vuole finire sotto una cartello di partito: “I cristiani hanno un patrimonio sapienzale, di valori che va messo in gioco e che viene messo in gioco troppo poco” sottolinea don Sergio Colombo. Il gruppo promotore è composto da tre parroci della città: don Sergio Colombo di Redona; don Massimo Maffioletti di Longuelo; don Patrizio Moioli del Villaggio degli Sposi; Ivo Lizzola preside della Facoltà di Scienze della Formazione dell’Università di Bergamo; Luigi Franco Pizzolato, docente di letteratura cristiana antica all’Università Cattolica di Milano; Daniele Rocchetti delle Acli; Mirosa Servidati, consigliere provinciale del Pd.

Se è ben chiaro ciò che non è, rimane da definire con altrettanta determinazione che cos’è la proposta avanzata dal gruppo promotore. “L’idea è di creare una piattaforma dove sia possibile un dialogo tra fede e politica – ammette don Colombo -. Troppo spesso nelle nostre comunità si scinde il momento secolare, mondano, politico dalla fede. E questo impoverisce lo stesso vivere da cristiani. Si riduce la fede a un livello individuale, ma che non va a valutare le proprie esperienze di vita: lavorativa, sociale e politica. E questa è una grave perdita per la stessa comunità”. E Daniele Rocchetti delle Acli aggiunge: “E’ un’opportunità per le comunità ecclesiali stesse, altrimenti il vivere la fede in una forma individuale e personale, senza condivisione, riduce lo stesso credo cristiano ad un percorso sterile”.

Il dibattito è aperto, si punta a valorizzare i laici, a prendere posizione da cristiani “ma senza l’avvallo ecclesiale ad una posizione politica”.

via“Cattolici svegliatevi tornate alla politica”.

Mozzo/Giovani: inventarsi un’impresa in tempo di crisi. Il caso Agenzia Naso Rosso.


La crisi del mercato ha portato molte persone a doversi inventare un lavoro e a cercare nuove opportunità. Questa e’ la storia, in buona parte mozzese, della Agenzia Naso Rosso.

Da poco aperta l’agenzia che già nel nome incarna lo spirito del servizio che puo’ offrire l’ “Agenzia Naso Rosso”. Un gruppo di circa 70 persone (quasi tutte donne e ragazze grintosissime e parte delle ragazze anche della zona di Mozzo) che sotto questo nome stanno realizzando una nuova realtà nella provincia di Bergamo che si presuppone l’intento di mettere in contatto i professionisti del settore con tutte quelle famiglie che necessitano di servizi sociali quali tate, educatrici, assistenza anziani e diversamente abili.

Il sito www.agenzianasorosso.com e la pagina su facebook http://www.facebook.com/pages/Agenzia-Naso-Rosso/206139189471488?sk=page_insights_likes illustrano molto bene i principi e i valori su cui si basa il progetto.

L’ intento è anche quello di proporre agli enti turistici della provincia, per tutto ciò che concerne l’assistenza e anche con la possibilità di offrire molti altri servizi tra cui animazione per intrattenere i bambini in vacanza oppure assistenti per anziani e disabili che vengono a soggiornare nelle nostre belle montagne.

Chi volesse dare consigli al progetto in qualsiasi forma o avere informazioni può scrivere a info@agenzianasorosso.it   (contatti Sonia Barra telefono 349 4078744)