Mozzo/Dieta: nuovo servizio a Mozzo, Pony dieta a domicilio


Pony dieta domicilio bergamo

 Per dimagrire c’è un solo modo: seguire una dieta equilibrata e allenarsi. Non ci sono altre strade, non ci sono scorciatoie. Chi vi dice che è facile mente. E’ duro, pesante, difficile. Non tutti ce la fanno perchè é più facile tornare alle vecchie abitudini che perseverare in qualcosa che ci fa soffrire e penare.

Se avete deciso di dimagrire però non disperate. Ci siamo noi per darvi  l’aiuto che vi serve.

Con il nostro servizio mangiare sano ed equilibrato non richiede né tempo, né sacrifici.

Ci occupiamo noi della preparazione e consegna di menu dietetici a domicilio preparati giornalmente da un cuoco professionista.  Colazione, pranzo e cena studiati appositamente da una dietista qualificata secondo le regole della dieta gift il modo più naturale di nutrirsi rispettando il proprio corpo e risvegliando il metabolismo.  Il servizio è attivo sia per la città che per la provincia anche se fuori Bergamo non possiamo ancora assicurare le consegne in bicicletta*.

viaPony dieta domicilio bergamo.

Mozzo/Arte: Bergamo, alle Officine Gritti c’è la mostra “Glamour”: 25 opere in omaggio alle donne


Emilio Tonissi. Nasce a Somma Lombarda, in provincia di Varese, il 2 febbraio 1945. Artista autodidatta, arricchisce la sua formazione dedicandosi all’incisione e all’acquarello. In particolare questa tecnica gli risulta mezzo congeniale per fissare l’immediatezza delle sensazioni vissute durante i continui viaggi in Giappone. Ma la sua vita ruotava tutta a Mozzo (Bergamo), tra la casa (dove viveva con la moglie Lidia Smerchinich, che ne ha sempre curato le pubbliche relazioni, e la figlia Chiara), la “Bottega dell’Arte” aperta insieme a Francesco Savinelli, autentica fucina di nuovi artisti, e la palestra sotto casa: qui insegnava aikido e l’amato Iwama Style, appreso in Giappone e praticato fino a conseguire il 5° dan.
 È morto il 18 febbraio 2008.

viaBergamo, alle Officine Gritti c’è la mostra “Glamour”: 25 opere in omaggio alle donne.

Mozzo/Calcio: News – RISULTATI DELLA SETTIMANA letto su ASDC Mozzo


GIOVEDI’  23 FEBBRAIO 2012

DILETTANTI A 5  C.S.I.

MOZZO CARMINATI GOMME  –  BLACKOUT BG.    5   A   3

SABATO  25 FEBBRAIO 2012

GIOVANISSIMI A 7  C.S.I.

POSCANTE   –   MOZZO       2   A   8

ESORDIENTI  C.S.I.

SORISOLESE   –   MOZZO     0   A   0

PULCINI A 7  C.S.I.

MARIGOLDA   –   MOZZO      1   A   5

JUNIORES  F.I.G.C.

( A RIPOSO)

DOMENICA  26 FEBBRAIO 2012

2° CATEGORIA

MOZZO   –   ORATORIO LEFFE     3   A   1

ALLIEVI  F.I.G.C.

MOZZO   –   S. PELLEGRINO     2   A   1

viaNews – RISULTATI DELLA SETTIMANA.

Mozzo/Storia: correva l’anno 1803 si riunisce il consiglio comunale – La scuola nel primo Ottocento a Mozzo | ARCHIVI AREA DALMINE


A Mozzo, quindi, nel marzo 1803 si riunirono i 25 membri del consiglio comunale. vale la pena di elencarli: Antonio Mangili e Domenico Sottocornola, deputati amministrativi, Giovanni Battista Bono, sindaco, Angielo Angieloni, Carlo Nava fu Domenico, Giuseppe Cattaneo, Giuseppe Nava, Francesco Esposito, Giulio Bravi, Francesco Battaglia, Antonio Lupini, Carlo Locatelli, Giovanni Locatelli, Giuseppe Gambirasi, Francesco Gambirasi, Francesco Gambirasi, Celestino Carminati, Andrea Nessi, Giuseppe Locatelli, Giovanni Nervi, Giovanni Faconetti, Giovanni Battista Vechis, Carlo Nava fu Celestino, Maffio Nava fu Celestino, Francesco Nava, Giovani Colleoni, questi ultimi consiglieri.

Dopo avere eletto i nuovi amministratori nelle persone di Antonio Lochis, primo municipale, Antonio Mangili, secondo municipale, e Giulio Bravi, terzo municipale, non avendo ancora gli amministratori uscenti preparata la relazione sulla loro attività, si passò al punto dell’ordine del giorno relativo alle scuole. E questo possiamo leggere: “Dimandatosi se nella Comune vi erano doti di privata fondazione a beneficio della scuola, rispose non esservi, quindi si propose l’elezione del Maestro, ed unanimi determinarono di mandare ai voti per la conferma del’attuale Maestro, il Cittadino loro Parroco Andrea Invernizzi, il quale ebbe voti favorevoli numero 22 e contrai numero 3. dal che ne fù definitivamente confermato”.

viaLa scuola nel primo Ottocento a Mozzo | ARCHIVI AREA DALMINE.