Mozzo/FlashMob – Mozzo soRRide: FlashMob il 17 ottobre 2011 « letto sul blog Comitato Cittadini Sicurezza Mozzo


Senso civico, convivenza. Mozzo soRRide. Contagiamo con il l sorriso Mozzo che soRRide una FlashMob per portare serenità’, nel paese, in questi momenti di difficoilta’ per tutti. Partiamo dai giovani, i meno garantiti, che possono contagiare i musi lunghi che spesso si incontrano nelle vie di Mozzo.

Per tutta la giornata di lunedi 17 ottobre 2011, iniziamo bene la settimana, chi vuole, può’ sorridere a chi incontra per strada magari accompagnato da: “buona giornata”. Portiamo un po’ di serenità’ nelle famiglie, il sorriso e’ contagioso. Senso civico anche questo. Per una giornata buttiamo le preoccupazioni nel cestino.

Se funzionera’, chiunque può’ lanciare una FlashMob, Mozzo soRRide. Basta un post su twitter, su facebook…

viaMozzo soRRide: FlashMob il 17 ottobre 2011 « Comitato Cittadini Sicurezza Mozzo.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 pensieri su “Mozzo/FlashMob – Mozzo soRRide: FlashMob il 17 ottobre 2011 « letto sul blog Comitato Cittadini Sicurezza Mozzo

  1. Manca la Sicurezza A Mozzo il Clima è insopportabile , i negozi sono cotretti a chiudere presto per evitare furti . Rendiamocente Conto Non aspettiamo che avvenga il peggio

  2. Manca la Sicurezza a Mozzo IL CLIMA è insoportabile ,i negozio sono costretti a chiudere presto per evitare i furti .Rendiamocene conto NON ASPETTIAMO CHE AVVENGA IL PEGGIO

  3. Il “clima insopportabile” lo creiamo noi prima di tutto, con il nostro atteggiamento e tutto quello che ne consegue.
    Mi è capitato spesso di incontrare i temuti “tunisini” mentre giravo a a piedi per il paese, verso sera, a volte in zone isolate. Non ero sola, certo: avevo nel marsupio mio figlio neonato di 4 mesi.
    Lì per lì (specie la prima volta) mi sono un po’ irrigidita e mi son detta: ecco, non è che ho fatto la “cazzata”?!?
    E invece … niente… anzi, una sera uno di “quelli” gli ha pure detto: “Ciao bimbo!”
    Avrà pensato al suo, di bimbo, che non poteva abbracciare.

    LO SO che così facendo mi prendo un certo rischio, ma continuerò a farlo perché non voglio vivere in un paese dove la gente resta in casa per paura.
    E non ditemi che questo succede solo da quando ci sono “loro”!! E’ sempre stato così.
    Siamo continuamente in cerca di “qualcun altro” di cui aver paura.
    Se tutti ritornassimo a vivere le nostre strade, a qualsiasi ora del giorno e della notte, di cosa mai dovremmo aver paura?

....

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...