Mozzo: 700 migranti in arrivo in Lombardia | Lombardia | Bergamo News


L’annuncio – Formigoni, 700 migranti in arrivo in Lombardia | Lombardia | Bergamo News.

“Ci è stato comunicato che nella giornata di mercoledì arriveranno 298 migranti trasferiti da Lampedusa con la nave Flaminia: nel pomeriggio sbarcheranno a Genova per poi essere trasportati nei centri che verranno individuati nelle prossime ore. Tra giovedì e venerdì è atteso l’arrivo di altre 300-350 persone, imbarcate sulla nave Excelsior, sempre via Genova”. Lo ha detto il presidente della Regione Lombardia, Roberto Formigoni, incontrando la stampa e spiegando come sono configurate le responsabilità per l’accoglienza dei nuovi profughi che, già da mercoledì, arriveranno in Lombardia (anche a Bergamo), come comunicato dallo stesso Giarola.
“La catena di comando per l’emergenza profughi – ha continuato Formigoni – è chiara: commissario nazionale è il prefetto Franco Gabrielli, responsabile del Dipartimento nazionale di Protezione civile; in Lombardia il compito di individuare, allestire o realizzare le strutture ricettive cui destinare i profughi del Nord Africa è stato affidato dallo stesso Gabrielli al dottor Roberto Giarola. Il prefetto di Milano Gian Valerio Lombardi è responsabile della gestione di Centri”.
“Regione Lombardia come sempre – ha specificato Formigoni – garantirà, insieme alle Province e ai Comuni, il massimo di collaborazione a supporto delle decisioni prese da questa struttura di responsabilità”.
Il presidente lombardo ha anche spiegato che nel corso della riunione del Tavolo di coordinamento “ci è stato comunicato che l’accoglienza sarà articolata in due fasi”. La prima “di alloggiamento temporaneo, orientativamente della durata di 2 settimane” e la seconda “di destinazione a medio-lungo termine orientativamente sino a fine anno”. Nella prima fase ai profughi saranno assicurati vitto, alloggio e assistenza sanitaria e i costi saranno integralmente a carico della gestione commissariale; mentre le “attività” saranno a cura delle Asl territorialmente competenti.
Nella seconda fase, invece, saranno garantiti anche servizi volti all’inserimento sociale dei profughi e cioè mediazione culturale, corsi d’italiano e altro. “Questo – ha sottolineato Formigoni – coerentemente con le decisioni prese a livello nazionale, che ci sono state comunicate da diverse settimane, e a cui tutte le Regioni hanno garantito la massima collaborazione”.
Formigoni ha riferito che “nel corso del Tavolo nulla ci è stato detto sui luoghi dove queste persone saranno accolte nella fase di ospitalità temporanea”, per questo è previsto “a breve un nuovo Tavolo per il necessario aggiornamento”.
“Non è difficile prevedere che ne arrivino altri -ha detto ancora Formigoni- vista la situazione così drammaticamente in peggioramento della Libia”. Il presidente ha anche ricordato che solo la minor parte di questi profughi sono di nazionalità libica, la maggior parte sono nativi di altri Paesi nord e centro-africani. Formigoni, ribadendo che nello smistamento e gestione dei profughi si sta dando piena applicazione all’accordo raggiunto in sede di conferenza Stato/Regioni, ha anche detto, rispondendo alla domanda di un giornalista, che “la parola ‘tendopoli’ è sempre stata esclusa e non è mai stata introdotta nelle proposte.  I prefetti stanno cercando infatti di collocare queste persone in piccoli gruppi, rispondendo alle disponibilità che sono state sollecitate soprattutto a Ong, centri di accoglienza pre-esistenti, strutture di ricovero e centri famiglia che verranno indicati da Giarola”.

Mozzo-Tangenziale ovest e sud, nuovi fondi Le casse di via Tasso si rimpinguano – Cronaca – L’Eco di Bergamo


Ma durante la giunta provinciale di lunedì 9 maggio è arrivata anche la notizia di un altro finanziamento: si tratta dei 22 milioni che l’Anas invierà a via Tasso per la tratta della tangenziale sud che collegherà Treviolo a Paladina. Questo finanziamento è solo la prima tranche, dato che per completare l’opera arriveranno altri 22 milioni di euro.

viaTangenziale ovest e sud, nuovi fondi Le casse di via Tasso si rimpinguano – Cronaca – L’Eco di Bergamo.