Exit su LA7: Mozzo, sindaco criticato in diretta “Aiuti noi italiani, non i tunisini” | Hinterland | Bergamo News


La base leghista freme. La gestione della problematica immigrazione da parte del ministro Maroni è stata impeccabile, eppure moltissimi militanti non hanno gradito le concessioni fatte dal Carroccio agli extracomunitari. Da “mandiamoli a casa” a “ecco il permesso di soggiorno temporaneo” c’è una bella differenza. E l’anima popolare della Lega Nord non lo perdona. Molte trasmissioni televisive hanno provato a tastare il polso al popolo leghista. Exit, appuntamento settimanale di La7, è andata a Mozzo per intervistare il primo cittadino Silvio Peroni. Nel Comune dell’hinterland, paese in cui vive anche il ministro Roberto Calderoli, nei giorni scorsi hanno deciso di rifugiarsi una trentina di tunisini. Una presenza che non è passata inosservata. Molti abitanti non hanno gradito, altri invece hanno deciso di aiutarli donando cibo e vestiti. Il sindaco dal canto suo ha messo in atto tutte le forme possibili di assistenza. Guadagnandosi qualche critica da parte di chi gli ha risposto fiducia alle ultime elezioni.


qui il video integrale

via Mozzo, sindaco criticato in diretta “Aiuti noi italiani, non i tunisini” | Hinterland | Bergamo News.

Seconda categoria: l’artiglio dell’ aquila arancione torna a graffiare e ipoteca la salvezza. CSI: tutta un’ altra storia.


Seconda categoria: Amici Mozzo travolge con 5 reti Agnelli Olimpia mentre il Mozzo fa un bel pareggio con il Longuelo. Un risultato che consente al Mozzo di andare al playout con i Flli Calvi, mentre salvezza in tasca alle aquile arancioni. Una stagione difficile ma alla fine la compattezza e la serenità fa venire fuori l’essenza.

CSI: non c’e storia per i ragazzi di mister Gabrieli. 4 staffilate e via a 11 punti dalla seconda in classifica. Tritasquadre, gli aquilotti arancioni.