Tunisini a Mozzo, Curno e Treviolo Allarmati i cittadini, controlli a tappeto – Cronaca – L’Eco di Bergamo


Tunisini a Mozzo, Curno e Treviolo Allarmati i cittadini, controlli a tappeto – Cronaca – L’Eco di Bergamo.

A Mozzo, Curno, Treviolo e Ponte San Pietro nelle ultime due settimane sono arrivati, a gruppi, circa un centinaio di tunisini sbarcati a Lampedusa tra il 1° gennaio e il 5 aprile, la maggior parte dei quali in possesso del permesso di soggiorno temporaneo, valido sei mesi. La presenza degli immigrati si è intensificata a tal punto che da metà settimana la stazione dei carabinieri di Curno è stata tempestata di telefonate di cittadini allarmati: una ventina negli ultimi giorni, conferma il comandante della stazione Biagio Mondì. Le zone in cui, probabilmente attraverso il passaparola, si sono concentrati i tunisini sono la Marigolda di Curno, via San Zenone a Curnasco di Treviolo, l’Isola al confine con Ponte San Pietro e soprattutto Mozzo, al cimitero, in discarica e nella zona del Golf Indoor. Mozzo è stata scelta dalla maggior parte degli immigrati come dormitorio: a decine hanno trovato riparo sotto il viadotto vicino al cimitero.

20110424-010250.jpg

Emergenza immigrati – Da Lampedusa alla Bergamasca Trovati altri 36 tunisini Dormivano anche al cimitero | Hinterland | Bergamo News


Emergenza immigrati – Da Lampedusa alla Bergamasca Trovati altri 36 tunisini Dormivano anche al cimitero | Hinterland | Bergamo News.

Com’era già accaduto nei giorni scorsi i carabinieri hanno scoperto nuove presenze di immigrati tunisini nel territorio dell’hinterland di Bergamo. Tutte persone sbarcate a Lampedusa e poi fuggiti dai successivi centri di identificazione ed espulsione. Molti di loro non hanno nemmeno chiesto, forse ignorando l’accordo tra Italia e Tunisia, il permesso di soggiorno temporaneo di 6 mesi per motivi umanitari che spetta di diritto agli immigrati tunisini sbarcati a Lampedusa prima del 5 aprile.

Mozzo, tunisini al cimitero In discarica cercano materassi – Cronaca – LEco di Bergamo


Mozzo, tunisini al cimitero In discarica cercano materassi – Cronaca – LEco di Bergamo.

Arrivano a decine, forse sono già qualche centinaia, si lavano al cimitero di Mozzo, cercano materassi nella discarica del paese, frugano fra i cassonetti gialli della Caritas. Sono i tunisini fuggiti da Lampedusa. Disperati alla ricerca di un luogo di rifugio. La notte scorsa una trentina di carabinieri – dopo la raffica di segnalazioni dei cittadini – ne hanno fermati 36, 13 dei quali senza permesso di soggiorno temporaneo.